Anche la Puglia avrà il suo primo Parco letterario, è dedicato a Mariateresa Di Lascia

Stato Donna, 14 giugno 2022. È stato presentato oggi il documento con le linee guida per la costituzione del Parco Letterario di Puglia intitolato alla scrittrice Mariateresa Di Lascia, che avverrà a Bovino il 18 giugno 2022. Con l’istituzione del Parco Letterario pugliese, possibile grazie ad un’azione sinergica tra i Comuni dell’Unione dei Monti Dauni, con in testa il sindaco di Bovino, Vincenzo Nunno, ogni regione italiana avrà un Parco Letterario.

Paesaggi e cultura, al via l’iter per il Parco letterario a Mariateresa Di Lascia

L’Unione ha deliberato l’avvio delle procedure per aderire alla ‘famiglia’ del Parchi Letterari con delibera di Giunta n. 15 del 17 maggio 2022. Accadia, Anzano di Puglia, Bovino, Candela, Deliceto, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Panni, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, insieme per onorare la memoria della scrittrice, parlamentare europea, vincitrice postuma del premio ‘Strega’. 

I Parchi Letterari sono percorsi lungo i luoghi di vita dei grandi scrittori. All’interno sono previste visite guidate, eventi e tante attività per tutelare il patrimonio culturale e l’ambiente, inteso come luogo dell’ispirazione.

“È bello – dichiara la consigliera delegata alle Politiche Culturali Grazia Di Bari presente oggi alla sottoscrizione delle linee guida assieme al Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia Aldo Patruno – quando i Comuni fanno squadra e danno vita ad azioni come questa, che si inquadrano nel welfare culturale. Grazie al lavoro dei sindaci dei Monti Dauni oggi è stato possibile istituire il primo parco letterario pugliese intitolato alla scrittrice Mariateresa Di Lascia. Non accade mai che tanti Comuni quanti sono quelli che oggi hanno firmato questo patto esecutivo, si mettano insieme, decidano di collaborare, di fare qualcosa per il proprio territorio”.

“Parliamo di una iniziativa unica- ha proseguito Di Bari- che mette insieme cultura e natura, dando una enorme possibilità di crescita al territorio e migliorando la qualità della vita dei residenti. Dopo due anni di pandemia la cultura deve tornare a essere protagonista: è necessario credere ancora di più nel suo potenziale. Fare cultura, insegnare, dare strumenti ai nostri giovani, significa dare la possibilità a tutti di poter comprendere quello che accade. Per questo la giornata di oggi è così importante”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Natale nei Grandi Giardini Italiani fra storia, tradizione e magia

Stato Donna, 28 novembre 2022. Dal Nord al Sud del Bel Paese gli “scrigni botanici” hanno in serbo una serie di iniziative da vivere...

‘Succede sempre qualcosa di meraviglioso’, libro di terre e frasi memorabili

Stato Donna, 28 novembre 2022. Ha un titolo lunghissimo il libro "Succede sempre qualcosa di meraviglioso", autore Gianluca Gotto edito Mondadori. Dopo aver finito...

Telefono Donna, la festa a Foggia per quasi 30 anni di attività

Stato Donna, 28 novembre 2022. Telefono Donna compie 26 anni e per celebrare questo lungo periodo d’impegno in prima linea, contro ogni forma di...

Al Lanza di Foggia ‘La casa di Paolo’, una storia per i giovani e per il futuro

Stato Donna, 28 novembre 2022. 14 omicidi in tutta la provincia di Foggia dall’inizio dell’anno, uno, il quindicesimo, successo da poche ore, ha i...

Nel deserto con il capo scout a parlare di emozioni e sentirsi amici

Stato Donna, 27 novembre 2022. Mi ha detto complice prima di uscire "Mamma questo sabato voglio far fare ai ragazzi un po' di deserto", e...