La magia di Fucacoste, Orsara ospiterà artisti provenienti da tutta Italia

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Arriveranno da tutta Italia per documentare i Fucacoste, la notte dei falò e delle zucche antropomorfe del 1° novembre a Orsara.

Sono gli artisti che, entro e non oltre le ore 23.59 del 27 ottobre 2023, risponderanno al bando del Comune di Orsara di Puglia e saranno selezionati come ospiti della Residenza Artistica attraverso la quale essere ospitati in paese dal 31 ottobre al 2 novembre 2023.

Il bando è online ed è consultabile al seguente indirizzo: https://www.comune.orsaradipuglia.fg.it/13-news/1077-bando-residenza-artistica-fuoco-open-call-ii-edizione.

Agli artisti selezionati (fotografi, videomaker, creativi del suono e dell’immagine digitale) saranno forniti vitto, alloggio, spazi per la realizzazione delle attività, risorse materiali, supporto tecnico e organizzativo, promozione delle opere realizzate.

Alloggeranno nell’antico convento di San Domenico. Potranno pranzare e cenare in un ristorante tipico di Orsara di Puglia che sorge accanto a un forno attivo dal 1526. Avranno a disposizione, inoltre, un’intera sala di Palazzo De Gregorio, antico edificio posto nel cuore del borgo.

La Residenza Artistica fu attivata anche lo scorso anno. Vi parteciparono e ne fruirono diversi artisti.

Quest’anno l’iniziativa è supportata dalle partnership di Regione Puglia, Gal Meridaunia, Fondazione Monti Uniti, Fotocineclub Foggia, Euronics Point Orsara e Focus digitale Foggia.

Chi risponderà al bando, dunque, potrà immergersi nel clima e nei riti del primo novembre orsarese per registrare, fotografare, cogliere ogni particolare di un’antica tradizione che mette insieme il fuoco, la condivisione, la luce, la spiritualità di un popolo e delle sue tradizioni.

COME SI PARTECIPA. Il Concorso è aperto a tutti.
Affinché la candidatura sia valida, è necessario inviare entro e non oltre il 27/10/2023 alle 23.59, i propri lavori fotografici, video, audio, design e arti affini al seguente indirizzo mail: fuoco.call@gmail.com.

Sono richiesti i seguenti portfolio: fotografia, 10 immagini; video, 3 short video della durata minima di 3 minuti ciascuno; suono, 3 tracce audio della durata minima di due minuti ; design, 3 opere di grafica o design o 3d, etc. 
Allegare alle opere nome, cognome, indirizzo e numero di telefono cellulare.

Tutte le parti delle opere presentate devono essere state realizzate dall’autore che ne deve detenere la completa e originaria paternità e proprietà.
La partecipazione è gratuita. Il giudizio della giuria è inappellabile e insindacabile.

Le opere saranno presentate alla Giuria in modo RANDOM. Il giudizio sarà assegnato con metodo tradizionale, mediante discussione e valutazione collegiale delle opere.

Gli artisti selezionati sono tenuti a garantire la loro presenza entro e non oltre il 29/10/2023. Il materiale prodotto entrerà a far parte dell’archivio permanente “FUOCO”.

LA GIURIA. A selezionare gli artisti che otterranno la residenza artistica sarà la giuria composta da: Patrizio De Michele (fotografo e curatore archivio Fuoco),
Luca Santese (fotografo e cofondatore del collettivo Cesura), Gabriele Chiapparini e Camilla Marrese (fotografi / visual artists), Francesca Partisan (direttrice artistica Collateral Maris Festival), Luca Longobardi (pianista, compositore, multi media artist),
Niki Dell’Anno (regista e manager di Wildratfilm),
Giuseppe Luciano Pirro (hybrid shooter / feel maker),
Francesco Riccardi (art director / mixed reality).

COSA SONO I FUCACOSTE. Negli ultimi 10 anni, complessivamente, sono state circa 250mila le persone giunte a Orsara di Puglia per assistere e partecipare alla notte del 1° novembre orsarese, quella in cui si celebra l’antichissima ricorrenza dei Fucacoste e cocce priatorje dedicata al culto dei morti.

La notte tra l’1 e il 2 novembre, a Orsara di Puglia in provincia di Foggia, è il momento dei “Fucacoste e cocce priatorje” (Falò e teste del Purgatorio).

Ogni via, piazza e slargo del paese è addobbato con decine di zucche intagliate e illuminate all’interno con un lumino.

Dalle ore 19, al rintocco della campana della Chiesa Madre, vengono accesi decine di grandi falò.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

La Norma di Bellini inaugura il 50° Festival della Valle d’Itria. Tutti gli ospiti

Si inaugura mercoledì 17 luglio a Palazzo Ducale di Martina Franca (ore 21) con la Norma di Vincenzo Bellini la 50ª edizione del Festival...

Allarme forfora? Cos’è, come combatterla e quali fattori incidono

Chiunque almeno una volta ha dovuto fare i conti con uno degli inestetismi tra i più fastidiosi che si possano presentare: la forfora. Parliamo...

Stornarella, Debora Ciocia: “Nella meccanica di precisione una donna può. Sono le competenze a fare la differenza”

Statoquotidiano.it, 06 giugno 2024. - Da Stornarella un’imprenditrice italiana con un’attività specializzata in un ambito considerato insolito per una donna, la meccanica di precisione. Giovane,...

Tiziana Caposena sul podio più alto del Titanum Classic di Lucera

C'è un'altra atleta sanseverese che ha meritatamente conquistato un alloro nella manifestazione denominata Titanum Classic che si è tenuta a Lucera nei giorni scorsi....

MolFest: oltre 70.000 presenze a Molfetta. “Entusiasmo alle stelle per il Festival POP”

Si è conclusa domenica 30 giugno la prima edizione di MolFest, il festival della cultura POP a ingresso gratuito che ha animato le vie del centro storico...