Dolcenera conquista Lucera con la Melos orchestra, emozioni e applausi

StatoDonna, 21 marzo 2023. Un’esplosione di energia ha investito sabato sera uno stracolmo Teatro dell’Opera di Lucera durante il concerto di Dolcenera e la Melos Orchestra diretta da Francesco Finizio.  Il pubblico è stato letteralmente travolto e conquistato dalla performance della cantautrice salentina che non si è risparmiata e, insieme ai 26 elementi dell’orchestra stabile lucerina, ha proposto i suoi grandi successi e un paio di applauditissime cover, in un crescendo di emozioni che ha galvanizzato platea e galleria.

Il concerto, primo di un tris che vede impegnata la Melos con grandi artisti (sono Morgan e Mario Venuti), è stato organizzato per festeggiare i 25 anni di attività della Compagnia Strumenti e Figure di Lucera in occasione del tradizionale Concerto di San Giuseppe, in collaborazione con Murialdomani e il contributo del Ministero della Cultura, della Regione Puglia, di Cdb produzioni e di Barley Arts.Una novità assoluta quella che ha visto Dolcenera interagire con un’orchestra dal vivo in un teatro. “È una dimensione che mi piace tantissimo – ha commentato l’artista –perché credo nelle energie scambiate tra i musicisti sul palco. Anche se i dischi si fanno col computer, quasi o senza musicisti che suonano, e pur essendo io stessa appassionata di musica elettronica e di programmazione in studio, ho sempre creduto che bisogna metterci l’anima dei musicisti nelle cose di musica. Ci può essere un compromesso tra l’epoca moderna, l’elettronica e l’anima e il cuore – ha concluso la cantautrice -, altrimenti il cuore lo perdiamo. Qui, con l’orchestra, ci sono gli archi, i fiati…, insomma ci sono tanti cuori che battono”.

Entusiasta del successo della serata Francesco Finizio, anche presidente di Strumenti e Figure: “Non c’era modo migliore di inaugurare questo anno celebrativo – ha esordito – con un evento importante e una grande partecipazione di pubblico all’Opera San Giuseppe, con il concerto di San Giuseppe. Strumenti e Figure vuole sintetizzare proprio in questo luogo i suoi 25 anni di attività, perché qui siamo nati, qui abbiamo vissuto e qui oggi coroniamo un progetto che finalmente si realizza, quello di un’orchestra stabile, che ha ricevuto riconoscimenti importanti in questi ultimi anni, premiando il nostro impegno. Con questi concerti volevamo lanciare in aria fuochi d’artificio, volevamo proprio festeggiare e così abbiamo un po’ strafatto triplicando il singolo appuntamento, per lanciare il nostro sogno nuovo per i prossimi 25 anni”.
La prossima data è il 15 aprile con Morgan e la Melos Orchestra, sempre al Teatro
dell’Opera.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Il cuneese Faber Moreira lancia la sfida alla maratona dj più lunga al mondo

Tra il 15 e il 26 maggio Saluzzo ospiterà una prova epica: 240 ore di maratona dj set per entrare nel Guinness dei primati.  A lanciare quella che...

2014-2024, l’Ospedale della Murgia compie dieci anni: un presidio diventato “grande” con il territorio

Un decennio segnato dal progressivo aumento della capacità di garantire assistenza sanitaria ai cittadini: 16 reparti di degenza, 234 posti letto (+67%), 7.200 ricoveri...

L’incontro tra Eccellenze: Lo Chalet Royal celebra i vini dell’Ornellaia (FOTOGALLERY – VIDEO)

L’incontro tra la cucina toscana e il palato pugliese ha celebrato uno dei vini italiani più pregiati e invidiati al mondo. L'atteso evento enogastronomico "Chalet...

Premio Laudato medico 2024? A una oncologa del Policlinico di Bari

Il premio "Laudato Medico 2024" nella categoria oncologi è stato assegnato alla dottoressa Stefania Stucci del Policlinico di Bari. Il riconoscimento dell'associazione Europa Donna arriva...

Gargano. In ricordo di Antonio Facenna. Alla masseria didattica torna la festa della Transumanza

Gargano. A Carpino torna la FESTA DELLA TRANSUMANZA organizzata da MASSERIA DIDATTICA FACENNA, PRO LOCO CARPINO e dalla rivista enogastronomica LIKE. Appuntamento il 25 aprile 2024...