Diario di un anno in Corea dove il Capodanno è la festa del ritorno a casa

StatoDonna, 5 febbraio 2023. Quando la passione riesce a muovere un’intera famiglia in un Paese lontano come la Corea, in cui non avrebbero mai pensato di arrivare o sognare di visitare, capita di vederseli arrivare all’aeroporto e quasi non crederci di averli davanti, dopo tante videochiamate facendo coincidere le nostre ore di luce con le loro.

Leggi anche Come in un drama coreano fra grattacieli e paesaggi mozzafiato di Busan

Ho aspettato il 20 gennaio con tanto ardore per poter riabbracciare i miei genitori e sentirne di nuovo il calore, dopo essere stata lontana da casa per circa 6 mesi e altri 6 mesi mi aspettano per concludere il percorso del doppio titolo alla Busan University of Foreign studies, di cui ho parlato nell’articolo precedente.

La visita della mia famiglia qui in Corea ha anche coinciso con l’inizio di una delle festività più importanti per i coreani, il 설날 sollal. Questa festività non è che il capodanno lunare coreano che si festeggia ogni anno e che non corrisponde al primo dell’anno come siamo soliti qui in Italia.

Dura tre giorni solitamente, tutte le strade si spopolano in quanto si parte per visitare le proprie famiglie per festeggiare insieme il capodanno. L’animale associato al 2023 è il coniglio, simbolo di eleganza, tranquillità e gentilezza, che non sorprende data l’indole dei popoli asiatici nel porsi nei confronti degli altri.

Festival delle luci a Heundae, festival dei droni a Gwangalli, street food e le meravigliose luci dei grattacieli coreani hanno fatto sì che questo viaggio fosse indimenticabile. Di certo un’esperienza di questa portata è una di quelle che si vive solo una volta nella vita e che non puoi che non ricordare per sempre.

Haedong Yonggung Temple a Busan

Festival dei Droni

Per templi e musei

La memoria

In foto Gukje Market, un mercato molto ampio e caratteristico di Busan

Nelle foto in basso Bosu-dong book street è nata durante la guerra di Corea per poter ricavare qualche spicciolo dalla vendita o dallo scambio di merci. Successivamente i negozietti aumentarono per permettere a docenti e studenti di trovare i libri  a guerra finita

I grattacieli di Luci

 

 

 

Suman De Toma, 5 febbraio 2023

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

La Norma di Bellini inaugura il 50° Festival della Valle d’Itria. Tutti gli ospiti

Si inaugura mercoledì 17 luglio a Palazzo Ducale di Martina Franca (ore 21) con la Norma di Vincenzo Bellini la 50ª edizione del Festival...

Allarme forfora? Cos’è, come combatterla e quali fattori incidono

Chiunque almeno una volta ha dovuto fare i conti con uno degli inestetismi tra i più fastidiosi che si possano presentare: la forfora. Parliamo...

Stornarella, Debora Ciocia: “Nella meccanica di precisione una donna può. Sono le competenze a fare la differenza”

Statoquotidiano.it, 06 giugno 2024. - Da Stornarella un’imprenditrice italiana con un’attività specializzata in un ambito considerato insolito per una donna, la meccanica di precisione. Giovane,...

Tiziana Caposena sul podio più alto del Titanum Classic di Lucera

C'è un'altra atleta sanseverese che ha meritatamente conquistato un alloro nella manifestazione denominata Titanum Classic che si è tenuta a Lucera nei giorni scorsi....

MolFest: oltre 70.000 presenze a Molfetta. “Entusiasmo alle stelle per il Festival POP”

Si è conclusa domenica 30 giugno la prima edizione di MolFest, il festival della cultura POP a ingresso gratuito che ha animato le vie del centro storico...