Yoga Space (XIV). La mappa dei crocevia energetici

Stato Donna, 3 settembre 2022. Cari curiosi di questa rubrica ben ritrovati. Nell’intervallo estivo la scrittura è andata in pausa, ma non la mente e tanto meno il corpo.

Infatti, fedelmente alla nostra amata Puglia, che è un territorio attivo e ricco di luoghi in cui coltivare la pratica dello yoga, vedi in particolare Salento e Valle d’Itria, vi ho svolto un periodo di immersione e approfondimento di Yoga Ashtanga, il cui nome potrebbe anche richiamare qualche nozione.

La foto che accompagna questo articolo è stata scattata appunto in Valle d’Itria in un luogo dove il cibo è letteralmente quello dell’orto, la coltura è il massimo immaginabile a impatto zero e la varietà di dolci è letteralmente fatta di ingredienti naturali, tutti quelli dell’anima.

Dunque torniamo a parlare di energia e dell’importanza che assume lo scorrere della stessa. Nella sua componente medico-fisiologica, lo yoga comprende e tiene in alto conto, le qualità dell’energia che scorrono dentro di noi, che il nostro corpo immagazzina, e ci invoglia a considerarli e a prendercene cura. In uno degli articoli precedenti ho scritto circa le nadi, ovvero gli svariati canali energetici che ci abitano e che scorrono accanto al sistema muscolo scheletrico.

A seconda di quello che vediamo e sentiamo, delle sensazioni che viviamo, delle emozioni che proviamo, il cervello produce e distribuisce comandi al corpo. Sulla base del tipo di spinta emotiva, esso sprigiona una certa energia, le cui diverse qualità accompagnano il nostro agire.

Tale energia talvolta semplicemente scorre e se vissuta a pieno poi si dissolve, altre volte e per la maggior parte delle persone invece, ha con sé un lascito, ovvero deposita deduzioni, giudizi, sensazioni non sempre salutari, anzi spesso dannosi, responsabili di ansie, stress, rancori e cose di altro genere.

Ecco quindi, perché è importante rimanere connessi a sé stessi, prestare attenzione alla qualità delle esperienze emotive e prendersene cura oppure, qualora fossero esperienze secondarie, di minima o effimera importanza, è saggio e sano lasciar correre. Le preoccupazioni, come tutti sanno, non sono né utili né necessarie. Le deduzioni spesso mendaci, assolutamente dannose.

Ora e qui, lo Yoga fornisce una specie di mappa, come una leggenda per leggere e riconoscere dove si formano crocevia energetici, di cui ne riconosce 7 principali, collocati dalla base del tronco, o perineo alla fontanella, ovvero al tessuto molle che si trova in forma romboidale in cima al capo. Eccone dunque due, il Muladhara e il Sahasrara chakra.

Di questi e degli altri cinque, dirò in seguito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Hot news

L’attrice pugliese Sofia D’Elia nel film sulla vita di Alda Merini

Stato Donna, 27 novembre 2022. Sono terminate a Torino da pochi giorni le riprese del film tv sulla figura di Alda Merini. Si chiama...

Anna Capitano in Puglia per un film: “Nuovo traguardo nella mia carriera”

Stato Donna, 2 dicembre 2022. Organizzare eventi è la sua passione e  il suo mestiere. Tiene molto alle persone, le piace la comunicazione,...

Telefono Donna, la festa a Foggia per quasi 30 anni di attività

Stato Donna, 28 novembre 2022. Telefono Donna compie 26 anni e per celebrare questo lungo periodo d’impegno in prima linea, contro ogni forma di...

Lavori socialmente utili per i bulli a scuola? Perché no, è una soluzione

Stato Donna, 26 novembre 2022. Suscita polemica la proposta del Ministro Valditara per chi compie atti di bullismo nella scuola. Lavori socialmente utili da...

Natale nei Grandi Giardini Italiani fra storia, tradizione e magia

Stato Donna, 28 novembre 2022. Dal Nord al Sud del Bel Paese gli “scrigni botanici” hanno in serbo una serie di iniziative da vivere...