Dalla Chiesa candidata per Fi: “Amo la Puglia, e poi non potevo dire no a Berlusconi”

Stato Donna, 24 agosto 2022. Rita Dalla Chiesa, candidata in Puglia per Forza Italia in un collegio “blindato” nel listino e anche in corsa per l’uninominale, è stata intervistata dal Quotidiano Nazionale. Oggi il partito ha presentato a Bari, in conferenza stampa, tutti i volti e i nomi schierati per le prossime politiche del 25 settembre.

Si diceva- era questa la voce in giro sull’impegno di Rita Dalla Chiesa- che avesse rinunciato al Grande Fratello Vip perché, appunto, designata nelle liste azzurre. Lei, nell’intervista, smentisce l’ipotesi e svela che è stata contattata da Antonio Tajani, Licia Ronzulli e dallo stesso Berlusconi, e a quel punto non ha potuto dire di no.

Fra l’altro dice che ama la Puglia, è una terra che frequenta, ha lavorato per due anni a Tele e Radio Norba, questo per respingere il discorso dei “paracadutati”. I miei genitori- aggiunge- si sono conosciuti nella caserma dei carabinieri di Bari”.

Le piacerebbe lavorare in tv – circa eventuali ruoli a elezioni compiute- vorrebbe occuparsi delle forze dell’ordine “essendo nata in caserma”. Non ha mai creduto alle accuse contro Berlusconi, “è sempre stato assolto” mentre Dell’Utri, che assolto non è stato, le ricorda il giornalista, “ha pagato più di quello che avrebbe dovuto”, ritiene Dalla Chiesa.

Pensa che nella nuova legislatura le donne avranno più spazio?, le chiede il Quotidiano:”Penso che le donne in politica possano portare più capacità di mediazione e più buon senso. Non mi vedrete mai su una poltrona a urlare come una pazza”.

Il rammarico è che “purtroppo due donne importanti se ne sono andate da Forza Italia”, con riferimento alle scelte di Mara Carfagna e Mariastella Gelmini. “Mi è dispiaciuto molto perché credo che abbiano dato un dolore al Presidente. Io non tradirei mai”.
Traditrici, le considera tali? “Mi ha meravigliato che abbiano cambiato idea in modo così veloce. Mi è sembrato strano vederle nelle foto accanto a esponenti di forze politiche contro le quali avevano sempre combattuto. Si può cambiare idea, ma restando sempre nello stesso partito”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Natale nei Grandi Giardini Italiani fra storia, tradizione e magia

Stato Donna, 28 novembre 2022. Dal Nord al Sud del Bel Paese gli “scrigni botanici” hanno in serbo una serie di iniziative da vivere...

‘Succede sempre qualcosa di meraviglioso’, libro di terre e frasi memorabili

Stato Donna, 28 novembre 2022. Ha un titolo lunghissimo il libro "Succede sempre qualcosa di meraviglioso", autore Gianluca Gotto edito Mondadori. Dopo aver finito...

Telefono Donna, la festa a Foggia per quasi 30 anni di attività

Stato Donna, 28 novembre 2022. Telefono Donna compie 26 anni e per celebrare questo lungo periodo d’impegno in prima linea, contro ogni forma di...

Al Lanza di Foggia ‘La casa di Paolo’, una storia per i giovani e per il futuro

Stato Donna, 28 novembre 2022. 14 omicidi in tutta la provincia di Foggia dall’inizio dell’anno, uno, il quindicesimo, successo da poche ore, ha i...

Nel deserto con il capo scout a parlare di emozioni e sentirsi amici

Stato Donna, 27 novembre 2022. Mi ha detto complice prima di uscire "Mamma questo sabato voglio far fare ai ragazzi un po' di deserto", e...