“Al parco giochi del Cep i custodi coccolano i bambini: non li mandate via”

Stato Donna, 5 luglio 2022. “Con la presente petizione i genitori dei bimbi che frequentano il parco-giochi del quartiere Cep chiedono che il contratto stipulato agli attuali custodi Enrico e Adriana ( il contratto riguarda solo Adriana, precisamente, e non suo marito, ndr) possa essere prorogato fino alla fine dell’autunno affinché i bambini possano continuare a vivere e condividere questo ambiente ludico in modo sereno e gioioso come sta avvenendo in questi giorni grazie agli attuali custodi che si sono rivelati anche due organizzatori di giochi a dir poco eccezionali”.

La petizione con raccolta firma indirizzata ai commissari del Comune di Foggia, vista la lunga odissea che queste strutture hanno vissuto, fra chiusure periodiche, proteste, affidamento assegnato e poi revocato- ora è stato approvato il disciplinare di gara e nominato il responsabile unico del procedimento per l’affidamento di 3 anni- ha la coloritura della buona notizia per esperienza diretta dei genitori.

“Associano- Enrico e Adriana, ndr- la passione e l’amore per i bambini alla professionalità nel gestire il parco in condizioni mai viste. I nostri figli sono sempre controllati e coccolati.  Il parco-giochi del Cep sorge in quartiere di periferia, dove le condizioni economiche degli abitanti non sono facoltose per cui codesto luogo di aggregazione rappresenta per i bambini l’unico momento ludico dove gioire con poco”.

Inoltre, aggiungono “bisogna considerare che non tutti i bambini avranno la possibilità di poter andare in vacanza o anche di frequentare  luoghi di intrattenimento nella città, per cui il quartiere rappresenta  per alcuni l’unico luogo dove poter stare e sarebbe quindi opportuno che tale attività continuasse. Questa nuova organizzazione è veramente lodevole perché non solo i bambini hanno la possibilità di incontrarsi e giocare con le attrezzature del parco, ma, grazie a questi gestori possono socializzare attraverso dei giochi e delle attività strutturate dagli stessi. Per questo a noi genitori sta a cuore che si possa dare la possibilità ai nostri figli di continuare a godere della presenza di queste persone amorevoli e attente ai bisogni dei più piccoli. Certi della Vostra comprensione e sensibilità restiamo in attesa di una risposta, sperando che sia positiva e che quindi questa nostra richiesta venga ascoltata”.

 Il gruppo dei genitori del parco giochi del Cep

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Natale nei Grandi Giardini Italiani fra storia, tradizione e magia

Stato Donna, 28 novembre 2022. Dal Nord al Sud del Bel Paese gli “scrigni botanici” hanno in serbo una serie di iniziative da vivere...

‘Succede sempre qualcosa di meraviglioso’, libro di terre e frasi memorabili

Stato Donna, 28 novembre 2022. Ha un titolo lunghissimo il libro "Succede sempre qualcosa di meraviglioso", autore Gianluca Gotto edito Mondadori. Dopo aver finito...

Telefono Donna, la festa a Foggia per quasi 30 anni di attività

Stato Donna, 28 novembre 2022. Telefono Donna compie 26 anni e per celebrare questo lungo periodo d’impegno in prima linea, contro ogni forma di...

Al Lanza di Foggia ‘La casa di Paolo’, una storia per i giovani e per il futuro

Stato Donna, 28 novembre 2022. 14 omicidi in tutta la provincia di Foggia dall’inizio dell’anno, uno, il quindicesimo, successo da poche ore, ha i...

Nel deserto con il capo scout a parlare di emozioni e sentirsi amici

Stato Donna, 27 novembre 2022. Mi ha detto complice prima di uscire "Mamma questo sabato voglio far fare ai ragazzi un po' di deserto", e...