Il turno di ballottaggio oscura l’altra metà del cielo, sconfitta anche Santa

Stato Donna, 27 giugno 2022. “Barletta è libera”, così Mino Cannito ha siglato ieri notte la sua vittoria in un comitato elettorale in festa. “La notte dei miracoli esiste, ha ragione Lucio Dalla”, gli ha detto una sua sostenitrice mentre si brindava. Forse anche alludendo a uno slogan dell’avversaria “Santa, sindaco subito”. È una sconfitta pesante per la dirigente comunale Santa Scommegna, che si ferma al 34,97% contro il 65,03%, cioè 12.059 voti per lei contro i 22.427 di Cannito.

Maria La Ghezza

Quello che lascia sconcertati – all’interno di una tornata di ballottaggi e di primi turni che non ha premiato nessuna donna- tranne Lucilla Parisi a Roseto Valfortore- è che per lei si è mossa l’armata del Pd, e Michele Emiliano si è speso come non mai per questa possibile vittoria. A siglare una ritrovata alleanza, è approdata a Barletta nei giorni scorsi anche la viceministra Teresa Bellanova, incontro a sostegno di Scommegna alla presenza dei vertici di Italia Viva.

Il dato dell’affluenza lascia perplessi, ha votato il 43,94%, al primo turno era stato il 62,25%. Se una contrazione di votanti al ballottaggio è fisiologica, Barletta si è distinta anche per un’astensione fuori da ogni almanacco.

“Questi dati impongono subito delle riflessioni in seno alla coalizione del centrosinistra- ha detto a caldo alla Gazzetta del Mezzogiorno ieri sera Scommegna-. Mi sono spesa tanto in prima persona, ma evidentemente questo non è bastato”. L’apparentamento con la coalizione di Doronzo non è servito, dice ancora Scommegna, parlando di un tesoro del 18,4% al primo turno e con cui, nei giorni scorsi, era stato annunciato l’apparentamento. Ma al ballottaggio, si sa, è un’altra partita.

Michela Nocco-

La sua candidatura- sostenuta dal Pd  e da una serie di liste civiche: Emiliano sindaco di Puglia, Barletta popolare, Cantiere Puglia per Emiliano, Con, Lista del Sindaco Scommegna- non era partita sin dall’inizio sotto i migliori auspici, fra polemiche sulle alleanze, strappi e ricuciture.

Il centrodestra esulta, e il senatore Dario Damiani, commentando la vittoria di Cannito fra una folla di sostenitori, ha dichiarato: “Parte da Barletta un movimento di liberazione della Puglia da Emiliano, che si è presentato qui con tutta la sua armata”.

Non ce l’ha fatta nemmeno Maria La Ghezza a Polignano, sostenuta da una coalizione civica di 5 liste comprendente il M5s, contro Vito Carrieri e le sue “Sinistra per Polignano” e “Polignano Lab”. Una sconfitta di circa 200 voti. Affluenza: primo turno 58,99%, secondo turno 49,30%. Nel rosario di sconfitte tutte al femminile, che in queste amministrative hanno oscurato l’atra metà del cielo, anche quella di Gabriella Nocco a Santeramo, che si ferma al 39,18% di preferenze. Il suo avversario Vincenzo Casone supera il 60%, affluenza al 49,4% contro il 63% del primo turno.

Che il trend alle amministrative di una donna candidata su 4, nell’ambito dei capoluoghi di provincia, si andasse consolidando, lo avevamo già evidenziato. Ballottaggi di domenica Nella tornata di cui discutiamo, quella dei ballottaggi pugliesi, il rapporto è ancora peggiore, una donna candidata su 7 e nessuna eletta. Modello Piacenza, avevamo detto.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Il cuneese Faber Moreira lancia la sfida alla maratona dj più lunga al mondo

Tra il 15 e il 26 maggio Saluzzo ospiterà una prova epica: 240 ore di maratona dj set per entrare nel Guinness dei primati.  A lanciare quella che...

2014-2024, l’Ospedale della Murgia compie dieci anni: un presidio diventato “grande” con il territorio

Un decennio segnato dal progressivo aumento della capacità di garantire assistenza sanitaria ai cittadini: 16 reparti di degenza, 234 posti letto (+67%), 7.200 ricoveri...

L’incontro tra Eccellenze: Lo Chalet Royal celebra i vini dell’Ornellaia (FOTOGALLERY – VIDEO)

L’incontro tra la cucina toscana e il palato pugliese ha celebrato uno dei vini italiani più pregiati e invidiati al mondo. L'atteso evento enogastronomico "Chalet...

Premio Laudato medico 2024? A una oncologa del Policlinico di Bari

Il premio "Laudato Medico 2024" nella categoria oncologi è stato assegnato alla dottoressa Stefania Stucci del Policlinico di Bari. Il riconoscimento dell'associazione Europa Donna arriva...

Gargano. In ricordo di Antonio Facenna. Alla masseria didattica torna la festa della Transumanza

Gargano. A Carpino torna la FESTA DELLA TRANSUMANZA organizzata da MASSERIA DIDATTICA FACENNA, PRO LOCO CARPINO e dalla rivista enogastronomica LIKE. Appuntamento il 25 aprile 2024...