Il sessismo “al pisello” del consigliere regionale di Fdi Rocco Leone (Basilicata)

Stato Donna, 3 maggio 2022. Votano il presidente del consiglio regionale in Basilicata, ieri, e Rocco Leone, che siede nell’assise in veste di consigliere di Fdi, pronuncia nei pressi del microfono una frase da trivio nei riguardi dell’assessora della Lega Donatella Merra:

Le ho consigliato dei gargarismi di p…..o”. Poi se ne va, come si vede nel video istituzionale, sorridendo compiaciuto mentre quelli al seggio si mostrano visibilmente contriti, soprattutto dal fatto che il microfono sia aperto, comunque sghignazzanti. Un’uscita talmente di basso livello che è difficile persino farla rientrare nelle vergognose categorie del sessismo. Un coro unanime di critiche, alcuni, in primis la consigliera regionale per le Pari Opportunità Margherita Perretti, ne chiede le dimissioni.

“Un episodio grave e inaccettabile che offende la collega consigliera Donatella Merra e tutti noi rappresentanti istituzionali, uomini e donne”. Così i componenti dell’ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala, Francesco Piro, Mario Polese, Gianni Leggieri e Vincenzo Baldassare nel commentare quanto successo oggi nell’aula consiliare, al momento della votazione dell’Ufficio di Presidenza.

“Oltre all’evidente imbarazzo di questa maggioranza di centro-destra che è riuscita a nominare il Presidente del Consiglio solo sotto l’attenta scorta dei commissari venuti da Roma, oggi abbiamo registrato anche la più bassa, volgare e disgustosa pagina mai scritta in questo Consiglio Regionale. Esprimo la mia solidarietà all’assessora Merra per le deprecabili e insulse offese ricevute. Mi aspetto, a questo punto, che Fratelli d’Italia e il rieletto Presidente del Consiglio prendano un serio e immediato provvedimento. Sia chiaro: le scuse non bastano”. Lo ha detto la consigliera regionale Carmela Carlucci del M5s.

Foto: il quotidianodelsud.it

La presidente della Commissione regionale Pari Opportunità, Margherita Perretti (in foto) ha chiesto le dimissioni immediate oltre alle pubbliche scuse del consigliere Leone. “Parole che nulla hanno a che vedere con la civiltà che si chiede a chiunque, sia all’uomo della strada che a quello delle istituzioni. Anzi.

Evidentemente il consigliere Leone ha peccato di una inedita ‘generosità’, chissà se connessa al suo ‘lavoro’ di medico, confuso con gli impegni prettamente istituzionali visto che si è preoccupato di dispensare l’uso di specifici trattamenti verso la collega consigliera e assessora Merra o ha più semplicemente sconfinato nella solita e pittoresca abitudine di maschio, dimentico del ruolo che occupava, più affine ai ritrovi portuali che a una convocazione consiliare”.

“Più volte, anche in passato abbiamo stigmatizzato parole sessiste e volgari ad opera di Rocco Leone e oggi alla luce degli ultimi indicibili avvenimenti, Potenza Città per le Donne, esprime all’assessora Donatella Merra totale piena solidarietà per le gravissime offese ricevute. Le parole disegnano il mondo e ciò che diciamo assume una valenza etica nel rispetto degli altri e di noi stesse (nel testo scritto con “ə” anche a seguire, ndr).  Siamo incredule che ci si possa esprimere in questo modo senza pensare alle conseguenze delle parole, ancor più che a pronunciarle sia stato non solo un rappresentante delle istituzioni ma un medico, un pediatra”. Lo scrive l’associazione Potenza città per le donne.

Alle ore 12, oggi, si è tenuta, davanti alle sede del consiglio regionale della Basilicata, una manifestazione di Cgil, Cisl e Uil Basilicata. “Leone si è rivolto all’assessora Donatella Merra utilizzando un linguaggio volgare e sessista, rivolgendole frasi oscene, irripetibili e inaccettabili già in un contesto ordinario, a maggior ragione in quella che è la massima assise istituzionale e politica della regione”. Per Cgil, Cisl e Uil si tratta di “uno spettacolo indecoroso che conferma, qualora qualcuno ne avesse ancora il dubbio, la becera cultura maschilista in cui le donne chiamate a ricoprire incarichi politici e istituzionali, ma anche in altri contesti, da quello lavorativo a quello domestico, sono costrette a operare, nonché l’inadeguatezza di molti dei rappresentanti politici e istituzionali”. Il consigliere Leone ha inviato le scuse, le dimissioni no.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Anna Capitano in Puglia per un film: “Nuovo traguardo nella mia carriera”

Stato Donna, 2 dicembre 2022. Organizzare eventi è la sua passione e  il suo mestiere. Tiene molto alle persone, le piace la comunicazione,...

Baguette patrimonio Unesco, si scatenano i fan del pane pugliese

Stato Donna, 1 dicembre 2022. La baguette, pane tipico della Francia, è stata inserita nella lista del patrimonio immateriale dell'umanità dell'Unesco. Sono le competenze...

Irene Cara simbolo anni ’80 quando a Foggia impazzavano i giardinetti

Stato Donna, 1 dicembre 2022. Che poi cadere nella nostalgia è un attimo e di solito avviene per caso. Ad esempio perché senti una...

Confcommercio Foggia: consigli per le vetrine dello shopping natalizio

Stato Donna, 30 novembre 2022. “Vetrine ed interni devono essere abbinati, perché il cliente deve ritrovare all’interno del negozio una coerenza di messaggio con...

Gli allarmi di Ischia e il mito del titano Epimeteo incurante dei segnali

Stato Donna, 30 novembre 2022. Come tutte le mattine, anche oggi, 30 novembre 2022, c’è stata la rassegna stampa televisiva. Per Skytg24, nella rubrica...