‘Mind the gap’, al Teatro della polvere è di scena la danza contemporanea

Stato Donna, 7 aprile 2022. Il Teatro della Polvere di Foggia si apre alla danza contemporanea. E lo fa ospitando il debutto di ‘Mind the gap’, spettacolo del collettivo romano ‘Dare To Share’, che andrà in scena i prossimi sabato e domenica 9 e 10 aprile, sul palco di via Nicola Parisi.

‘Dare To Share’ nasce dall’esigenza di esprimere idee e capacità artistiche, generando un sistema autonomo e autogestito. I componenti – tutti provenienti da uno studio professionale accademico di danza contemporanea – operano in tale settore e hanno attitudini anche in altri ambiti artistici (teatro, circo, musical, show televisivi). Il loro obiettivo è giungere ad una comunione artistica, che sia spunto costante per l’evoluzione dei componenti; la diversità del singolo è una peculiarità essenziale.

Cinque i danzatori-performer che si esibiranno sulle coreografie firmate Marco Cappa Spina e Dts. Si tratta di Francesca Perazzolo, Francesca Ginepro, Francesca Vitillo, lo stesso Marco Cappa Spina e Miriam Bonaccorso, quest’ultima di origine foggiana. E’ stata proprio lei a voler portare lo spettacolo a Foggia: “Ciò che mi ha riportato qui è stata la voglia di poter condividere con i miei conterranei le idee e le conoscenze che ho amplificato attraverso i viaggi e gli studi fatti in altre città. Siamo una città piena di talenti: esistiamo e non dobbiamo  mai permettere all’ambiente in cui viviamo di  interferire con i nostri sogni”, spiega.

LO SPETTACOLO | ‘Mind the gap’ nasce dell’esigenza di riscoprire e analizzare le esperienze, positive e negative, di un periodo molto importante della nostra vita, ovvero quello adolescenziale. Riprenderà momenti tipici della vita di ogni allievo che si evolveranno in situazioni e interazioni completamente fisiche. Il tutto sarà accompagnato da un lavoro di immagine creato attraverso oggetti di scena molto comuni che accompagneranno il pubblico nelle varie scene che, anche se surreali, rievocano situazioni tipiche della quotidianità. “Si ricerca l’unione collettiva per affrontare un futuro in connessione, con un obiettivo comune, ma valutando direzioni e metodi diversi”, spiega il collettivo. “Un’apertura di spirito che da spazio a tutti senza esaltare nessuno, sradicando l’idea che le idee e le passioni vanno coltivate e raggiunte solo in modalità prestabilite”.

 

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Oliver Stone sul caso Haggis: “Con il MeToo è anche difficile parlare con una donna”

Stato Donna, 24 giugno 2022. Repubblica ha intervistato Oliver Stone che è a Ostuni per la proiezione di “W”, un film sulla vita del...

Ballottaggi di domenica secondo tendenza, poche candidate ma brilla Piacenza

Stato Donna, 24 giugno 2022. Appena 15 le candidate a sindaca nelle 26 città capoluogo contro una sessantina di candidati uomini: il rapporto è...

“Becoming maestre”, talenti femminili dietro la macchina da presa

Stato Donna, 24 giugno 2022. Si è conclusa con successo Becoming Maestre, la prima iniziativa di mentoring e accesso al lavoro per una nuova...

“C’è una parte del mio cuore in ogni matrimonio che organizzo”

Stato Donna, 24 giugno 2022. Un giorno Marita decide che il suo lavoro d’ufficio per lei non è più motivante, ha bisogno di cambiare....

Lady Oscar è tornata, Max&Co ne celebra i 50 anni con una capsule collection

Stato Donna, 23 giugno 2022. Lady Oscar compie 50 anni e il brand di moda italiano Max&Co le dedica una “capsule collection” dal titolo...