Manfredonia. Gruppo Santa Chiara: “Le donne pensano e vedono la realtà in una prospettiva più ampia”

StatoDonna.it, 08 marzo 2022. Nonostante i passi in avanti compiuti negli ultimi decenni nell’ambito della politica inclusiva di genere in ambito lavorativo, c’è ancora tanto da fare per superare i pregiudizi che nostro malgrado sono ancora presenti.

Sono ancora troppe le realtà aziendali che sottovalutano l’enorme potenziale che le donne possono mettere in campo in ambito lavorativo, per fortuna però ci sono anche esempi virtuosi anche nel nostro territorio, è il caso della Cooperativa Santa Chiara.

Siamo una realtà che promuove le donne e le pari opportunità. Nei nostri servizi la presenza femminile è significativa; il 70% del personale totale ripartito tra settore amministrativo, sanitario e socio educativo è rappresentato da donne, perché siamo profondamente persuasi del valore unico che il lavoro femminile apporta in azienda.

Gruppo Santa Chiara, personale donne
Gruppo Santa Chiara, personale donne

Investire sulle donne significa attuare un profondo cambio culturale e di mentalità volto a garantire le pari opportunità sia nelle assunzioni sia nello sviluppo della carriera.

Risponde la dott.ssa Annamaria D’Ippolito, presidente della Cooperativa Santa Chiara.
– Quali sono i vantaggi di avere un numero elevato di donne in azienda?
“I vantaggi di avere un team diversificato di donne e uomini con un’alta percentuale femminile sono davvero tanti.

Innanzitutto rendere l’ambiente di lavoro più stimolante e creativo; questo ci permette subito di aumentare i livelli di qualità ed efficacia dei servizi offerti. Inoltre adottare una politica di genere inclusiva potenzia molto l’employer branding aziendale con il risultato di attrarre più persone di talento in organico. Anche la scienza riconosce che i diversi modi di pensare nell’uomo e nella donna sono alla base di differenti modi di agire”.

– Quali sono i comportamenti più evidenti ed efficaci che contraddistinguono l’essere femminile a lavoro?
“Le donne pensano e vedono la realtà nella sua globalità in una prospettiva ampia, sono in grado di elaborare più informazioni contemporaneamente. Penso sia facile intuire quanto queste caratteristiche possano essere utili in ambito aziendale. Ogni giorno in ufficio ci troviamo davanti a innumerevoli situazioni da risolvere ed approcciarsi ad un problema con una visione di insieme permette di approdare più rapidamente a strategie vincenti e soluzioni efficaci.

Come se non bastasse, intelligenza emotiva, capacità di empatia e di ascolto attivo sono competenze essenziali nei nostri servizi ed è noto che le donne ne sono per natura dotate più dell’uomo! Sottolineo che si tratta di qualità fondamentali sia nel lavoro di cura e assistenza sia in ambito amministrativo e dirigenziale! La scelta personale di avere tante donne in azienda si è confermata la decisione giusta per alzare la qualità dei servizi che come gruppo offriamo sul territorio, che coincide poi sin da principio con la nostra mission aziendale: sviluppo e miglioramento continuo”.

A cura di Angelica Spagnuolo, 08 marzo 2022

fotogallery

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Anna Di Pace e Romeo Tigre campioni di marcia dell’Università di Foggia

StatoDonna, 1 febbraio 2023. La prof.ssa Anna Dipace, docente Unifg e coordinatrice del CdS in Scienze delle Attività Motorie e Sportive, e l'avv. Romeo Tigre,...

Fernanda Wittgens prima direttrice di Brera nel film tv di Rai 1

StatoDonna, 1 febbraio 2023. Fernanda Wittgens, prima direttrice della Pinacoteca di Brera e tra le prime donne in Europa a ricoprire un ruolo così...

Sport e superstizione: i gesti scaramantici più curiosi

Chiunque abbia assistito a un evento sportivo sa bene che gli atleti possono essere molto superstiziosi. Alcuni di loro hanno talmente tanti rituali pre-partita...

Il “governo delle donne” da nord a sud, l’assessora di Bari: “Un bel regalo”

StatoDonna, 31 gennaio 2023. “Ho ricevuto un bel dono. Sono stata contattata per raccontare la mia storia professionale, politica e umana, come amministratrice per...

La forza di una madre con la figlia in carrozzella, fino all’ultimo istante

StatoDonna, 29 gennaio 2023. La guardavo dalla vetrina mentre spingeva la carrozzina. Solo la pioggia le fermava, ma purtroppo e per fortuna, come si...