Riprese in corso per “Body Odyssey”, regia di Grazia Tricarico

StatoDonna, 10 febbraio 2022. Sono in corso a Roma le riprese di “Body Odyssey”, il primo lungometraggio della regista nata a Sannicandro Garganico Grazia Tricarico. Dopo un lungo percorso nel mondo del corto, con partecipazioni e vittorie nei maggiori festival cinematografici italiani e internazionali, arriva ora alla regia della sua opera prima.

Grazia Tricarico (foto askanews)

“Body Odyssey” è un’inedita e originale indagine nel mondo del body building femminile, in cui si mescolano il linguaggio più propriamente cinematografico e un’estetica che si ispira alla videoarte. Racconta la vicenda di Mona (Jacqueline Fuchs) durante la preparazione della gara che la consacrerà a campionessa mondiale; accanto a lei il suo coach Kurt (Julian Sands), un vero e proprio Dio Creatore, che pretende di riempire con l’allenamento e la disciplina l’intera vita della sua creatura; e Nic (Adam Miík), un giovane di 25 anni che dopo un fugace e passionale incontro sessuale diventa per lei la proiezione di un sogno d’amore perduto, respinto, sacrificato alla disciplina.

Il film, scritto dalla stessa regista con Marco Morana e Giulio Rizzo e finalista al premio Solinas, è prodotto da Revok Film, con Fenix Entertainment, la coproduzione svizzera Amka Films Production e Rai Cinema. Le riprese si svolgeranno per cinque settimane nel Lazio e per una settimana in Svizzera.

Grazia Tricarico è nata a Sannicandro Garganico nel 1986. Si laurea a Milano in Lettere e Filosofia con specializzazione in “Storia e Critica del Cinema”. In seguito a un percorso come videoartista, nel 2013 si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.
Scrive e dirige: MICHELE NELLA TERRA (2012, Documentary, ‘35), BIOS (2013, Sci-fi, ’15), MONA BLONDE (2014, Drama,’11), PERSEFONE (2014, Drama, ’18), EGO DEVOREM (2016 Experimental, ‘8), SPECTRA (2018, Sci-fi Experimental, post- production).
I suoi cortometraggi sono stati selezionati in molti festival tra i principali: Toronto, Atlanta, Clermont-Ferrand, New Orleans, Locarno, Venezia, Edinburgh, Torino. La sceneggiatura di Body Odyssey è stata finalista al Premio Solinas e si è aggiudicata il Premio Sbarigia per l’originalità nel descrivere l’universo femminile.

 

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Oliver Stone sul caso Haggis: “Con il MeToo è anche difficile parlare con una donna”

Stato Donna, 24 giugno 2022. Repubblica ha intervistato Oliver Stone che è a Ostuni per la proiezione di “W”, un film sulla vita del...

Ballottaggi di domenica secondo tendenza, poche candidate ma brilla Piacenza

Stato Donna, 24 giugno 2022. Appena 15 le candidate a sindaca nelle 26 città capoluogo contro una sessantina di candidati uomini: il rapporto è...

“Becoming maestre”, talenti femminili dietro la macchina da presa

Stato Donna, 24 giugno 2022. Si è conclusa con successo Becoming Maestre, la prima iniziativa di mentoring e accesso al lavoro per una nuova...

“C’è una parte del mio cuore in ogni matrimonio che organizzo”

Stato Donna, 24 giugno 2022. Un giorno Marita decide che il suo lavoro d’ufficio per lei non è più motivante, ha bisogno di cambiare....

Lady Oscar è tornata, Max&Co ne celebra i 50 anni con una capsule collection

Stato Donna, 23 giugno 2022. Lady Oscar compie 50 anni e il brand di moda italiano Max&Co le dedica una “capsule collection” dal titolo...