Riprese in corso per “Body Odyssey”, regia di Grazia Tricarico

StatoDonna, 10 febbraio 2022. Sono in corso a Roma le riprese di “Body Odyssey”, il primo lungometraggio della regista nata a Sannicandro Garganico Grazia Tricarico. Dopo un lungo percorso nel mondo del corto, con partecipazioni e vittorie nei maggiori festival cinematografici italiani e internazionali, arriva ora alla regia della sua opera prima.

Grazia Tricarico (foto askanews)

“Body Odyssey” è un’inedita e originale indagine nel mondo del body building femminile, in cui si mescolano il linguaggio più propriamente cinematografico e un’estetica che si ispira alla videoarte. Racconta la vicenda di Mona (Jacqueline Fuchs) durante la preparazione della gara che la consacrerà a campionessa mondiale; accanto a lei il suo coach Kurt (Julian Sands), un vero e proprio Dio Creatore, che pretende di riempire con l’allenamento e la disciplina l’intera vita della sua creatura; e Nic (Adam Miík), un giovane di 25 anni che dopo un fugace e passionale incontro sessuale diventa per lei la proiezione di un sogno d’amore perduto, respinto, sacrificato alla disciplina.

Il film, scritto dalla stessa regista con Marco Morana e Giulio Rizzo e finalista al premio Solinas, è prodotto da Revok Film, con Fenix Entertainment, la coproduzione svizzera Amka Films Production e Rai Cinema. Le riprese si svolgeranno per cinque settimane nel Lazio e per una settimana in Svizzera.

Grazia Tricarico è nata a Sannicandro Garganico nel 1986. Si laurea a Milano in Lettere e Filosofia con specializzazione in “Storia e Critica del Cinema”. In seguito a un percorso come videoartista, nel 2013 si diploma in regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma.
Scrive e dirige: MICHELE NELLA TERRA (2012, Documentary, ‘35), BIOS (2013, Sci-fi, ’15), MONA BLONDE (2014, Drama,’11), PERSEFONE (2014, Drama, ’18), EGO DEVOREM (2016 Experimental, ‘8), SPECTRA (2018, Sci-fi Experimental, post- production).
I suoi cortometraggi sono stati selezionati in molti festival tra i principali: Toronto, Atlanta, Clermont-Ferrand, New Orleans, Locarno, Venezia, Edinburgh, Torino. La sceneggiatura di Body Odyssey è stata finalista al Premio Solinas e si è aggiudicata il Premio Sbarigia per l’originalità nel descrivere l’universo femminile.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Hot news

“Bukowski. A night with Hank” apre rassegna compagnie locali al Giordano

Foggia. Sarà “Bukowski. A night with Hank” ad aprire domenica prossima 25 febbraio ‘La Scena foggiana al Teatro Giordano’, il primo dei cinque appuntamenti riservati...

Xylella, ritrovati 6 alberi di mandorlo infetti in agro di Triggiano

Bari. I controlli effettuati dall'Osservatorio Fitosanitario della Regione Puglia sugli insetti vettori della Xylella fastidiosa hanno portato all'individuazione nell'agro di Triggiano in provincia di...

Turismo. BUYPUGLIA e BTM ITALIA per buyers esteri, formazione e crescita professionale

Per continuare a crescere e a consolidarsi, l'industria turistica pugliese punta tutto sulla crescita della filiera turistica imprenditoriale e dell'accoglienza attraverso il networking, il...

Giustina Rocca. Così sarà celebrata la prima avvocata della storia, antesignana della parità di genere

Giustina Rocca è considerata la prima avvocata della storia grazie a un lodo arbitrale reso l'8 aprile 1500 nell'ambito di una controversia che era...

Condizione femminile nel passato e nel mondo contemporaneo, speciale Arte.tv

Scienziate, artiste, operaie, madri. A più di un secolo dall'istituzione della giornata a loro dedicata, le donne sono ancora costrette a scontrarsi con diversi...