Per Arisa e Malika Ayane “Fino all’Alba” e “Un po’ più in là” a Sanremo. Poi Milano Cortina

Sanremo, 2 febbraio 2022 – Nella puntata di questa sera del 72° Festival di Sanremo, Arisa e Malika Ayane interpreteranno Fino all’Alba e Un po’ più in là, i brani finalisti del contest musicale che porterà alla scelta dell’Inno di Milano Cortina 2026. Le due cantanti, conclusa l’esperienza sanremese, saranno presenti, insieme alla delegazione italiana, alle Cerimonie di chiusura dei Giochi Invernali di Beijing 2022 che vedranno il passaggio ufficiale delle bandiere Olimpica e Paralimpica nelle mani dei sindaci di Milano e di Cortina.

Il progetto dell’Inno di Milano Cortina 2026, realizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura e il Ministero dell’Università e della Ricerca, ha raggiunto i conservatori, gli istituti, le bande e le corali di tutta Italia. Il Maestro Peppe Vessicchio ha curato la direzione artistica dell’iniziativa che ha portato alla scelta dei due brani finalisti presentati in fase di bando dal Corpo Musicale “La Cittadina San Pietro Martire di Seveso” della provincia di Monza e Brianza e dal CPM Music Institute di Milano, scuola fondata a presieduta da Franco Mussida.

Al termine dell’esibizione sul palco dell’Ariston verrà aperta la fase di voto con cui il pubblico potrà esprimere la propria preferenza utilizzando il sito ufficiale di Milano Cortina 2026 (www.milanocortina2026.org) fino al prossimo 22 febbraio 2022. Le persone da casa, come già avvenuto per la scelta dell’Emblema, sanciranno il motivo vincitore: una dinamica in coerenza con il percorso partecipativo, di promozione e condivisione dello spirito Olimpico e Paralimpico che caratterizza la Road to the Games verso il 2026.

Il 72° Festival della canzone italiana rappresenta la tappa finale di un contest che ha visto la partecipazione di proposte provenienti da 9 regioni d’Italia e presentate da Conservatori e istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica e dalle bande musicali civili.

Malika Ayane_credit Julian Hargreaves_G5A8654-min

Testi dei brani

FINO ALL’ALBA

Brano proposto dal Corpo Musicale “La Cittadina” di San Pietro Martire

Era un ragazzo come noi

Che aveva un sogno nel cassetto

Voleva essere un eroe

Senza costume né mantello

Sognava di toccar le nuvole

E di volare con le aquile

Ma lui poteva solo correre

E continuare a sognare

Siamo noi, siamo solo noi

Non c’è bandiera che ci limiti

Non ti voltare, non ti fermare

Fino all’alba

Velocità

e il vento che va

Non ti voltare, non ti fermare

Fino all’alba…

Fino all’alba…

E c’era un cielo limpido

Come dipinto col pastello

E quel ragazzo era un eroe

Ma senza maschera e mantello

Scendeva forte come un fulmine

Tra le montagne con le aquile

Aveva un cuore incontenibile

E gli occhi pieni di emozione

RIT.

 

Se guardi, c’è un mondo di supereoi

Ragazzi …del mondo intorno a noi

Nei loro sguardi, è oggi che si ferma il tempo

Nei loro sogni, è lì che tutto trova un senso

RIT.

 

UN PO’ PIU’ IN LA’

Brano proposto dal CPM Music Institute di Milano

CORO

Uwo – uwo – uwo

Uwo – uwo – uwo

Uwo – uwo – uwo

Uwo – uwo – uwo

CANTATO

Partire non basta mai,

è all’arrivo che scopri chi sei.

Cadere è un attimo…

fermarsi è facile.

Mirare più in alto,

vincendo su un altro,

non è una cosa più grande di te!

Abbraccia quel sogno, accendi quel lampo

sapendo che in fondo ce la puoi fare.

Basta spingersi un po’più in là

spingersi un po’ più in là

solo spingersi un po’più in là

spingersi un po’più in là

Uwo – uwo – uwo

Uwo – uwo – uwo

Uwo – uwo – uwo

Uwo – uwo – uwo

L’arrivo non cambia mai,

è la somma di quello che fai

in ogni momento del magico gioco che tu hai deciso di vivere

dove conta soltanto se riesci a spostare il tuo limite un po’ più in là.

Uwo – uwo – uwo

Un po’ più in là

un po’ più in là

poco a poco più in là

un po’ più in là

 

Corpo Musicale “La Cittadina” San Pietro Martire (MB), una banda nata nel 1881 che porta avanti la tradizione ancora oggi coinvolgendo giovanissimi del Paese. Il brano ha uno stile moderno, a testimonianza del fatto che le bande ancora oggi rappresentano un primo presidio di accesso alla musica nei nostri piccoli centri, anche per i più giovani.

Il Corpo Musicale “La Cittadina” di San Pietro Martire ha proposto il brano Fino all’Alba che questa sera verrà interpretato da Arisa.

Il CPM Music Institute di Milano (www.cpm.it), fondato e presieduto dal 1984 da Franco Mussida, è un punto di riferimento per tutto il panorama musicale italiano. Dall’anno accademico 2016/2017, molti dei suoi corsi sono accreditati dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Il CPM Music Institute ha proposto il brano Un po’ più in là che questa sera verrà interpretato da Malika Ayane. Realizzata da alcuni allievi del corso di Writing&Production, è una canzone che parla delle aspettative che ognuno ripone in se stesso e della necessità di spingersi oltre i propri limiti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Donne sul lavoro: quali sono le ultime novità?

Le donne sul lavoro stanno affrontando un periodo di cambiamenti significativi e nuove opportunità. Con l'evoluzione del panorama lavorativo e delle politiche aziendali, sempre...

Stati generali del Cinema: in arrivo un Manifesto per migliorare il sistema audiovisivo italiano

Si sono conclusi al Castello Maniace di Siracusa, sull'isola di Ortigia, gli “Stati generali del Cinema”: tre giorni di dibattiti, talk e tavole rotonde, con oltre...

“Voce al bene”. Roberta Giallo feat. Samuele Bersani

VOCE AL BENE è il nuovo singolo di Roberta Giallo in duetto con Samuele Bersani, un brano senza tempo, onirico-mitologico. Racconta la storia miracolosa di una nave senza...

Il cuneese Faber Moreira lancia la sfida alla maratona dj più lunga al mondo

Tra il 15 e il 26 maggio Saluzzo ospiterà una prova epica: 240 ore di maratona dj set per entrare nel Guinness dei primati.  A lanciare quella che...

2014-2024, l’Ospedale della Murgia compie dieci anni: un presidio diventato “grande” con il territorio

Un decennio segnato dal progressivo aumento della capacità di garantire assistenza sanitaria ai cittadini: 16 reparti di degenza, 234 posti letto (+67%), 7.200 ricoveri...