Il segreto della sua comicità nella ribellione all’angoscia. Ciao Monica

Foggia, 02/02/2022 – (ansa) E’ morta Monica Vitti. Lo scrive Walter Veltroni su twitter.

”Roberto Russo, il suo compagno di questi anni, mi chiede di comunicare che Monica Vitti non c’è più. Lo faccio con grande dolore, affetto, rimpianto’‘. Nata Maria Luisa Ceciarelli a Roma, il 3 novembre del 1931, aveva compiuto da qualche mese 90 anni. Attrice icona del cinema italiano, era assente dalle scene dal 2001, quando fu ricevuta al Quirinale per i David di Donatello. Musa di Michelangelo Antonioni, regina della commedia all’italiana al fianco di Alberto Sordi. (ansa)

StatoDonna, 02 novembre 2021.Il segreto della mia comicità? La ribellione di fronte all’angoscia, alla tristezza e alla malinconia della vita.” Il 3 novembre 2021 l’indimenticabile Monica Vitti, “attrici che anche oggi rendono immortale il cinema italiano nel mondo”, aveva compiuto 90 anni.

5 David di Donatello come migliore attrice protagonista, 3 Nastri d’Argento, 12 Globi d’Oro (di cui due alla carriera), 1 Ciak d’Oro alla carriera, 1 Leone d’oro alla carriera, 1 Orso d’argento.  1 Concha de Plata a e una candidatura al premio BAFTA. Questi i riconoscimenti di Monica nel corso di una carriera durata quasi quarant’anni.

L’attrice, sceneggiatrice e regista, romana di nascita, era oramai lontana dal mondo dello spettacolo a causa della sua malattia che l’ha costretta ad allontanarsi dai riflettori.

Formata all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica, il suo primo ruolo importante (dopo alcuni secondari) fu quello da borghese affidatogli da Michelangelo Antonioni, con il quale intraprese una relazione professionale e sentimentale; un modello di donna destinata ad essere sopraffatta di fronte alle difficoltà della vita.

Nel corso della sua carriera, ha dovuto tenere testa a mostri del cinema come Alberto Sordi, Marcello Mastroianni e Giancarlo Giannini. Gli anni ’70 furono gli anni in cui, grazie proprio al lavoro con attori di questo calibro, consolidò la sua carriera di artista e di attrice.  Tra i più famosi e grandi registi dell’epoca per cui ha lavorato, troviamo oltre ad Antonioni stesso, Ettore Scola (Dramma della gelosia), Alberto Sordi (Polvere di stelle), Luciano Salice (L’anatra all’arancia), Dino Risi (Le Bambole) e Brian de Palma (Teresa la ladra).

Diventata una diva internazionale a tutti gli effetti e modello da seguire per le attrici della nuova generazione, Monica Vitti esordisce come regista per la prima volta nel 1990 con “Scandalo segreto”, attraverso cui riceve il David di Donatello come Miglior Esordio dell’Anno.  Il suo ritiro avvenne ufficialmente nel 1195 a Venezia, quando, dopo aver ritirato il Leone d’Oro alla Carriera, annuncia il suo congedo definitivo dalle scene.

Si cimenta con successo nella scrittura pubblicando il suo primo romanzo “Il letto è una rosa” (1995). Tutti la ricordano non solo per il suo fascino e il suo talento ma anche per la particolarità della sua voce, motivo che contribuiva ad accentuare in modo del tutto positivo le sue svariate interpretazioni, arricchendole ancor di più.

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Renzo Arbore e Michele Placido nel comitato per Monte S. Angelo capitale cultura

Stato Donna, 12 agosto 2022. Monte Sant'Angelo comincia a lavorare per la propria candidatura a Capitale della cultura 2025 per cui ha presentato una...

Confagricoltura: “Negli agriturismi pugliesi più stranieri che italiani”

Stato Donna, 12 agosto 2022. Il bilancio di mezza estate di Confagricoltura Puglia conferma l’enorme interesse dei turisti per la regione ma anche l’aumento...

Anci Puglia chiede ai partiti di candidare i sindaci. La Torre: “Perché no?”…

Stato Donna, 12 agosto 2022. Il presidente Anci Puglia Ettore Caroppo ha chiesto in una nota alle segreterie regionali dei partiti di promuovere, e...

Savino e Augello su “Vita” fra i 100 top influencer dalla provincia di Foggia

Stato Donna, 11 agosto 2022. Sfogliando le pagine dell’ultimo numero di “Vita” – il magazine italiano dedicato al racconto sociale, al volontariato, alla sostenibilità...

Il racconto dell’estate e altre storie, sul filo delle parole e della musica

Stato Donna, 11 agosto 2022. Enza Moscaritolo, docente e giornalista freelance, scrive e si occupa di comunicazione. Ha lavorato in radio e collaborato con...