Amerilde Di Pierro: “Nuovo stile per il cake design”

Stato Donna, 19 gennaio 2022. Il cake design, l’arte di decorare in modo stravagante e d’impatto torte e cupcake, è una novità culinaria accolta ed entrata con entusiasmo nella cucina italiana.

Arte perché i pasticceri che si cimentano in questa pratica sono veri artisti: scultori, pittori e architetti della pasta da zucchero, maestri nel modellare glasse colorate tra nuvole di zucchero a velo.

E così questa passione ha colpito anche la grande artista Luciana Amerilde Di Pierro, vincitrice del “Cake Design Italian Festival” 2012 che sta avendo un enorme successo con il suo dolce mondo incantato e gestisce la pagina Facebook “Le delizie di Amerilde“.

StatoDonna ha pensato di farle qualche domanda per capire ciò che sta dietro alle sue buonissime torte che fanno impazzire così tanti palati.

Delizia di Amerilde

SD Raccontaci un po’ di te. Come e quando è nata la tua passione per il Cake Design?

AD Mi chiamo Luciana Amerilde Di Pierro, 40 anni e sono di Manfredonia.

Da sempre ho avuto la passione per l’arte in tutte le sue forme e tanto per sfida, nel 2009 durante la mia seconda maternità , provai a manipolare la pasta di zucchero: lavorarla tra le dita fu semplicemente fantastico, un amore a prima vista!

Al primo compleanno di mia figlia decisi di progettare una torta a tre piani interamente commestibile per cento invitati, l’impresa è stata ardua ;ci sono voluti diversi giorni di preparazione ,ma la voglia di mettere in discussione la mia creatività era più forte di ogni difficoltà : non avevo nessuna intenzione di deludere le mie aspettative!

Il risultato fu soddisfacente e tutti gli invitati rimasero sbalorditi dalla bellezza e dalla bontà della torta, all’epoca in Italia nessuno conosceva il Cake Design.

Ho cominciato a documentarmi e mi sono impegnata: ho imparato le tecniche per fare la pasta di zucchero e il lavoro con la glassa e, poi, facendo tesoro dei miei errori, mi sono esercitata sempre di più.

Nel 2012 decisi di iscrivermi ad un concorso nazionale di Cake Design a Milano, superai diverse selezioni tra duemila partecipanti e arrivai in finale con altri quattro sfidanti: un’incredibile gara di sei ore di lavorazione dal vivo.

Ricordo quella sensazione di timore che mi pervase, assalita dal timore di fare gaffe davanti ad una platea di duemila visitatori, televisioni nazionali e testate giornalistiche. “É tutto nella mia mente” continuai a ripetermi e subito pensai a come costruire la torta dopo aver risolto i problemi di staticità.

Il giorno dopo, una attenta e severa giuria di professionisti internazionali mi proclamò vincitrice del Cake design italian festival sessione Competition, fu un emozione indescrivibile per me!

Il mio ritorno a casa in quel di Manfredonia, mi spinse a progettare un vero laboratorio di Cake Design per continuare a creare torte artistiche in perfetto american style ma dal cuore italiano e di una bontà infinita.

Amerilde vincitrice “Cake Design Italian Festival” 2012

SD Spiegaci meglio, cosa rappresenta per te il Cake Design?

AD La mia grande passione diventata il mio lavoro. Avuta l’idea giusta, inizio a visualizzare nella mente la torta, nel suo aspetto, nelle dimensioni e nella scelta dei colori.

Quindi, penso a come costruire la torta: nel tempo ho imparato tante tecniche di decorazione che mi forniscono soluzioni ad hoc di tipo estetico, ma anche strutturale. Infine, valuto attentamente i tempi di realizzazione.

SD Ci puoi svelare qual è il segreto di una torta perfetta?

AD Il segreto per una torta perfetta è non avere fretta nella stuccatura.
La panna o la crema al burro devono avere una stesura sottile e perfetta ;se il Pan di Spagna presenta imperfezioni va sistemato prima di essere coperto con la pasta da zucchero per evitare antiestetici difetti.

SD Se dovessi preparare una torta per noi di ‘Stato Donna’ che torta ci faresti?

AD Per StatoD immagino una torta a 3 piani bianca con una silhouette del profilo di una donna dipinta a mano e per completare dei fiori rosa tenue sui laterali. Ogni donna è come un fiore :va ammirata, amata e trattata con delicatezza.

A cura di Barbara Starace, 19 gennaio 2022.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

La Norma di Bellini inaugura il 50° Festival della Valle d’Itria. Tutti gli ospiti

Si inaugura mercoledì 17 luglio a Palazzo Ducale di Martina Franca (ore 21) con la Norma di Vincenzo Bellini la 50ª edizione del Festival...

Allarme forfora? Cos’è, come combatterla e quali fattori incidono

Chiunque almeno una volta ha dovuto fare i conti con uno degli inestetismi tra i più fastidiosi che si possano presentare: la forfora. Parliamo...

Stornarella, Debora Ciocia: “Nella meccanica di precisione una donna può. Sono le competenze a fare la differenza”

Statoquotidiano.it, 06 giugno 2024. - Da Stornarella un’imprenditrice italiana con un’attività specializzata in un ambito considerato insolito per una donna, la meccanica di precisione. Giovane,...

Tiziana Caposena sul podio più alto del Titanum Classic di Lucera

C'è un'altra atleta sanseverese che ha meritatamente conquistato un alloro nella manifestazione denominata Titanum Classic che si è tenuta a Lucera nei giorni scorsi....

MolFest: oltre 70.000 presenze a Molfetta. “Entusiasmo alle stelle per il Festival POP”

Si è conclusa domenica 30 giugno la prima edizione di MolFest, il festival della cultura POP a ingresso gratuito che ha animato le vie del centro storico...