“Mara Monopoli, una professionista talentuosa e di una cittadina socialmente attiva”

Stato Quotidiano, 6 gennaio 2022. “Poco prima di Natale ho avuto un incontro con il marito di Mara Monopoli, il suo amato Rocco, al fine di concordare al meglio la conclusione del progetto “L’Arte in scena è Opera Divina”, che la vedeva impegnata in qualità di direttrice artistica. Sapevo della situazione critica e oggi apprendo della sua dipartita”.

Così l’assessora alla cultura di Cerignola Rossella Bruno ricorda Mara Monopoli, docente, soprano, artista di Cerignola che è morta oggi e che viene ricordata con unanime cordoglio dalla città e dalla Capitanata.

“Resta il rammarico di non essere potuta entrare nel vivo di una collaborazione che avrebbe sicuramente dato i suoi frutti. Resta in me e nella città il ricordo di una professionista talentuosa e di una cittadina socialmente attiva. Un’anima bella a cui Cerignola saprà e dovrà riconoscere il giusto valore”.

Il nome della città “portato in giro per il mondo” scrive il gruppo “Terre di Cerignola “una grave perdita culturale. Che la Madonna di Ripalta ti accolga nelle sue braccia”.

Il mondo dello spettacolo ne rammenta le parole quando diresse, nel 2019, il progetto “L’arte in scena è opera divina”. “Con questo progetto stiamo perseguendo due obiettivi: – affermava la dottoressa Monopoli – quello di creare una opportunità formativa e professionale per tanti giovani talenti, pugliesi e non, e quello di valorizzare i beni culturali del nostro ricchissimo territorio”.

“Cerignola perde una persona carismatica- scrive il sindaco Francesco Bonito- di grande cultura, un vulcano di idee e di energia. Mara Monopoli è stata parte determinante del patrimonio culturale di questa città e non solo: le opere liriche al Teatro Mercadante, il rivoluzionario “Settembre Mascagnano”, le decine e decine di iniziative volte a far risplendere la cultura in ogni occasione, il suo instancabile impegno politico che spesso ci ha visti lavorare fianco a fianco.

Mara ha interpretato la politica come servizio, come sviluppo di un’intuizione e da intellettuale quale è stata ha dato il suo contributo in maniera libera, indipendente e controcorrente. Mi voleva bene e io le volevo bene ed oggi ci lascia un grande vuoto. Alla famiglia e ai suoi cari l’affetto e la vicinanza dell’Amministrazione Comunale e della città di Cerignola. Ciao Mara”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

La Norma di Bellini inaugura il 50° Festival della Valle d’Itria. Tutti gli ospiti

Si inaugura mercoledì 17 luglio a Palazzo Ducale di Martina Franca (ore 21) con la Norma di Vincenzo Bellini la 50ª edizione del Festival...

Allarme forfora? Cos’è, come combatterla e quali fattori incidono

Chiunque almeno una volta ha dovuto fare i conti con uno degli inestetismi tra i più fastidiosi che si possano presentare: la forfora. Parliamo...

Stornarella, Debora Ciocia: “Nella meccanica di precisione una donna può. Sono le competenze a fare la differenza”

Statoquotidiano.it, 06 giugno 2024. - Da Stornarella un’imprenditrice italiana con un’attività specializzata in un ambito considerato insolito per una donna, la meccanica di precisione. Giovane,...

Tiziana Caposena sul podio più alto del Titanum Classic di Lucera

C'è un'altra atleta sanseverese che ha meritatamente conquistato un alloro nella manifestazione denominata Titanum Classic che si è tenuta a Lucera nei giorni scorsi....

MolFest: oltre 70.000 presenze a Molfetta. “Entusiasmo alle stelle per il Festival POP”

Si è conclusa domenica 30 giugno la prima edizione di MolFest, il festival della cultura POP a ingresso gratuito che ha animato le vie del centro storico...