Si può vivere attraverso un’emozione

StatoDonna.it, 19 dicembre 2021. L’idea è scrivere un libro. Nel frattempo, riflettevo con un amico dai tempi del Liceo. Una vita intensa, migliaia di esperienze, abbiamo convenuto su questo: ci sono dei limiti oggettivi nella vita di ogni essere umano. Innanzitutto fisici. Strutturalmente, l’età modifica il corpo, la velocità, la resistenza, i tempi di recupero. Riflessioni scontate. Ovvie.
Interpretazione differente per i limiti esperienziali, per la crescita personale. La “grande bellezza” di questa vita è che, di base, abbiamo la possibilità di vivere più esperienze, provare emozioni, decidere come agire. Cosa scegliere. Come vivere. Conosciamo la scelta da compiere. Spesso decidiamo in modo opposto, per timore.
Possiamo vivere attraverso delle etichette, luoghi comuni: la ricerca del piacere, l’arricchimento, il prostrarsi a una casta, il potere. L’allinearsi a una zona grigia di inespressività, “l’auto- soddisfacimento di standard sociali”, quali la ricchezza, la casa, il lavoro, gli auguri stereotipati, le convenzioni secolari. “Stucchevolmente allineati“. Me lo disse un Generale, Comandante di un Comando Compagnia a Foggia, anni fa.
Ora, per terminare questa riflessione e non tediare. Possiamo anche vivere sospinti dalla passione.
Tramonto, Spiaggia Castello (PH ANGF)
La passione consente il raggiungimento di un obiettivo, se dipende da noi. Il superamento di un limite, la possibilità di farlo. Ma la passione è anche fonte di “sciocchezze“. Di base, sappiamo che non è possibile raggiungere quello che vogliamo. Esattamente  come lo vogliamo. Lo sappiamo dal primo momento, ma osiamo lo stesso. Con le conseguenze che possono arrivare. Ma lo sappiamo.
Ognuno sceglie di vivere come vuole. Un libero arbitrio collettivo. Soggettivo. Ma nessuno può evitare di entusiasmarci per un’emozione. Una pizza cotta bene, che si squaglia in bocca. Un amaro indimenticabile. Un distillato dalla Slovenia. Il pigiama con l’unicorno donato alla bimba che si ama. Un albero di melograno rifiorito. Un pianto per l’attrice che ha perso la madre. Un abbraccio a un’amica. Un bacio improvviso. Una corsa che ti provoca estasi e dolore. Un’idea, la tua, capace di renderti libero, benestante, e felice.
Abbraccio italo - tedesco
Abbraccio italo – tedesco
Si può vivere “stucchevolmente allineati” ed essere felici. Si può vivere attraverso un’emozione e con passioni “fonti di sciocchezze“. Ed essere altrettanto liberi e felici.
A cura di Giuseppe de Filippo, g.defilippo@statoquotidiano.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Natale nei Grandi Giardini Italiani fra storia, tradizione e magia

Stato Donna, 28 novembre 2022. Dal Nord al Sud del Bel Paese gli “scrigni botanici” hanno in serbo una serie di iniziative da vivere...

‘Succede sempre qualcosa di meraviglioso’, libro di terre e frasi memorabili

Stato Donna, 28 novembre 2022. Ha un titolo lunghissimo il libro "Succede sempre qualcosa di meraviglioso", autore Gianluca Gotto edito Mondadori. Dopo aver finito...

Telefono Donna, la festa a Foggia per quasi 30 anni di attività

Stato Donna, 28 novembre 2022. Telefono Donna compie 26 anni e per celebrare questo lungo periodo d’impegno in prima linea, contro ogni forma di...

Al Lanza di Foggia ‘La casa di Paolo’, una storia per i giovani e per il futuro

Stato Donna, 28 novembre 2022. 14 omicidi in tutta la provincia di Foggia dall’inizio dell’anno, uno, il quindicesimo, successo da poche ore, ha i...

Nel deserto con il capo scout a parlare di emozioni e sentirsi amici

Stato Donna, 27 novembre 2022. Mi ha detto complice prima di uscire "Mamma questo sabato voglio far fare ai ragazzi un po' di deserto", e...