“Se la volpe arriva al panettone, gli toglie l’uvetta”

(nota stampa). Un’antica leggenda narra di due amici, Re Manfredi ed Edor Grinoza: mentre giocavano a duello fra di loro, la vigilia di Natale, nel castello del Regno fecero cadere del burro e delle bucce d’arancia candite in un panetto di pane.

Per non perdere quel ben di Dio la pasticciera di corte, Pucci, creò un pane dolce e morbido dal gusto inimitabile. Lo chiamò u’ Panettön.

Il panettone è il dolce che più di tutti rappresenta il Natale in Italia. La Pasticceria Bramanthe, come ogni anno, vuole portare sulle nostre tavole ciò che la tradizione ci ha trasmesso, un dolce la cui storia è superata solo dalla sua bontà, creata dal connubio dei maestri pasticcieri di Bramanthe e dalla scelta di materie prime di alta qualità: farine selezionate, burro olandese, uova del territorio di galline allevate a terra, canditi d’arancia di Sicilia.

Ad un siffatto dolce, umile e nobile allo stesso tempo, si unisce anche la sua presentazione, in confezioni totalmente rinnovate ed ispirate alla tradizione natalizia con il miglior stile italiano.

Assaggiare anche solo un pezzo di questa delizia nella splendida cornice della pasticceria Bramanthe vi catapulterà subito al giorno di Natale.

(messaggio promozionale)

fotogallery SQ

messaggio promozionale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_img
spot_imgspot_img

Hot news

Capacità di intendere e volere per l’analisi psichiatrica: i casi Cecchettin e Pifferi

Il fatto: chiusa l'indagine Cecchettin (16/5) e condannata la madre Pifferi della bimba Diana (13/5). 3 domande per scoprire  quanto è importante l'analisi psichiatrica forense...