Puglia senza confini al FotoCineclub, colori e bianco e nero di paesaggi ritrovati

STATODONNA.IT, Foggia 10 ottobre 2021. In mostra presso il Fotocineclub di Foggia le opere di Raffaele Battista  “La cura – colori, profumi, sogni ed emozioni”,  di Alfonso delli Carri “Passaggi di stato” e di Nicla Cannito “ Il respiro dello Junno” e con ulteriori contributi fotografici di Monica Carbosiero, di Carla Prencipe e del circolo fotografico di Bari Kaleidos.

Lo storico circolo foggiano ha ripreso l’attività dal vivo dopo il periodo di chiusura dovuto alla pandemia proprio con quelle iniziative annunciate un anno fa e facenti parte della nona edizione del festival “FoggiaFotografia: La Puglia senza confini” che si è potuto svolgere solo parzialmente. Il lavoro in esposizione è anche lo specchio di un lungo periodo di restrizioni dovute al Covid e di un ritorno alla normalità vissuto come un sogno, un risveglio dei sensi per cogliere il mondo con la macchina fotografica.

Raffaele Battista di Lucera, è da sempre appassionato di fotografia mosso dall’instancabile ricerca di nuove tecniche e suggestioni artistiche, trovando un approdo nella fotografia di paesaggio. Gli scatti, presentati in questa mostra sono tutti a colori e sono caratterizzati dalla semplicità della composizione, dalla morbidezza dei toni e dalla sinuosità delle linee. Dopo il lockdown l’artista è tornato a contatto con il suo paesaggio e ha preso ispirazione da quello di Castelluccio di Norcia per esprimere un ritrovato feeling con la natura, con gli odori, con qualcosa che avrebbe curato tanta distanza dal mondo.

 

Alfonso delli Carri fotografo professionista dal 1997, anch’egli Artista della Fotografia Italiana, è un esperto stampatore in camera oscura e nella stampa digitale fine-art, è docente di fotografia per numerosi Pon europei presso istituti di scuola media superiore, nonché docente di fotografia  riconosciuto dalla FIAF, Federazione Italiana Associazioni Fotografia, e autore di numerose mostre fotografiche personali e collettive ed ha ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi fotografici in Italia e all’estero. La sua mostra è rappresentata da scatti effettuati su pellicola bianco e nero.

Nicla Cannito, appassionata fotografa di Manfredonia, presenta una sua visione del rione Junno di Monte Sant’Angelo tutta in bianco e nero con la presenza di una modella che fa da guida alla conoscenza di questi scorci garganici che hanno conservato il sapore e gli odori di un mondo che non c’è più.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Discover

Sponsor

spot_imgspot_imgspot_imgspot_img
spot_imgspot_imgspot_imgspot_img

Latest

Donne sul lavoro: quali sono le ultime novità?

Le donne sul lavoro stanno affrontando un periodo di cambiamenti significativi e nuove opportunità. Con l'evoluzione del panorama lavorativo e delle politiche aziendali, sempre...

Stati generali del Cinema: in arrivo un Manifesto per migliorare il sistema audiovisivo italiano

Si sono conclusi al Castello Maniace di Siracusa, sull'isola di Ortigia, gli “Stati generali del Cinema”: tre giorni di dibattiti, talk e tavole rotonde, con oltre...

“Voce al bene”. Roberta Giallo feat. Samuele Bersani

VOCE AL BENE è il nuovo singolo di Roberta Giallo in duetto con Samuele Bersani, un brano senza tempo, onirico-mitologico. Racconta la storia miracolosa di una nave senza...

Il cuneese Faber Moreira lancia la sfida alla maratona dj più lunga al mondo

Tra il 15 e il 26 maggio Saluzzo ospiterà una prova epica: 240 ore di maratona dj set per entrare nel Guinness dei primati.  A lanciare quella che...

2014-2024, l’Ospedale della Murgia compie dieci anni: un presidio diventato “grande” con il territorio

Un decennio segnato dal progressivo aumento della capacità di garantire assistenza sanitaria ai cittadini: 16 reparti di degenza, 234 posti letto (+67%), 7.200 ricoveri...