Le autorità di Atene hanno comunicato un nuovo naufragio, dopo quello avvenuto ieri non lontano da Kos, questa volta nei pressi dell’isola di Samo. Finora i corpi recuperati appartengono a otto bambini, una donna e tre uomini, ma sono in corso le ricerche in mare per accertare se vi siano altri dispersi.

Intanto la Gran Bretagna fa sapere che non è più disposta ad accogliere bambini già fuggiti in Europa, ma solo quelli non accompagnati provenienti dalle zone di conflitto. Restano chiuse le frontiere tra Grecia e Macedonia, mentre l’Italia conferma, nelle parole del premier Renzi in un’intervista alla Faz, la propria linea: “I profughi che vengono dai paesi in guerra vanno salvati, ma quelli che vengono da altri paesi devono essere mandati  indietro”. Contro le accuse avanzate in passato all’Italia di non registrare tutti i migranti, risponde: “Al momento abbiamo gli hotspots in Sicilia, e ne allestiamo un altro nel nordest. I migranti saranno tutti registrati, il 100% con le impronte digitali”.

Fonte: Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here