Ricerca medica
PH: highresearch.it

Uno dei tumori infantili più rari e difficili da curare è il rabdomiosarcoma, che può colpire anche bambini al di sotto di un anno di età. Un gruppo di ricercatori padovani avrebbe scoperto un tipo di alterazione genetica che permette la diagnosi rapida di tale tumore.

Lo studio è stato pubblicato sull’American Journal of Surgical Pathology ed è stato condotto in collaborazione con il Memorial Sloan Kettering Hospital di New York.

Come ha spiegato il coautore dello studio Gianni Bisogno, della Clinica di Oncoematologia pediatrica di Padova:

Questa forma di tumore è particolarmente aggressiva in età pediatrica, anche per la difficoltà di utilizzare chemioterapia e radioterapia che potrebbero essere particolarmente tossiche nei bambini molto piccoli.

L’alterazione genetica individuata nel gene Vgll2 isola un tipo di rabdomiosarcoma a cellule allungate che sembra essere biologicamente meno aggressivo di altre tipologie dello stesso tipo di tumore. Il ruolo del gene Vgll2 nel controllo dello sviluppo della muscolatura striata nell’uomo apre la strada a ulteriori ricerche per la comprensione del meccanismo di sviluppo di queste malattie congenite. La speranza è di poter mettere a punto terapie geniche mirate.

Redazione Stato Donna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here