Al largo di capo San Vito, non lontano da Taranto, Luca Dinoi, tennista professionista di Martina Franca avvicinatosi da poco alla pesca subacquea, si è reso protagonista nei giorni scorsi di una interessante scoperta: una statuetta in bronzo che raffigura probabilmente la dea Afrodite mentre si deterge il piede sinistro. La scultura è alta 80 centimetri ed è stata attribuita, su base stilistica, all’età ellenistica, quel periodo della storia mediterranea che prende il via dalla morte di Alessandro Magno, nel 323 a.C. La statuetta sarebbe inquadrabile, secondo il parere degli esperti, nella fase cronologicamente più alta del periodo:

“Ho mostrato la statua a due archeologi” ha dichiarato il sindaco di Taranto, Ippazio Stefàno, al quale Dinoi ha consegnato la statuetta “e un terzo archeologo della sovrintendenza è arrivato da Bari. Dicono che si tratta di un reperto del quarto secolo avanti Cristo. Seguiranno accertamenti più precisi. Vogliamo che la statua resti a Taranto”.

Il sub ha precisato, inoltre, di aver intravisto, nel corso dell’immersione, anche un vaso. Nei prossimi giorni archeologi subacquei eseguiranno alcuni sopralluoghi nella zona alla ricerca di altri reperti. Non si può escludere che i materiali possano essere pertinenti a un relitto affondato in antico nei pressi di capo San Vito.

Fonte: Repubblica Bari

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here