Sabato 23 gennaio in tutta Italia ci sarà una mobilitazione nazionale per chiedere al Senato (votazione prevista per il 28 gennaio) di approvare il disegno di legge Cirinnà che regola le unioni civili tra persone dello stesso sesso e l’adozione del figlio del partner (cosa già possibile nelle coppie di fatto formate da persone di sesso opposto dal 1983).

La città di Foggia, dopo il successo del Puglia Pride durante il quale migliaia di persone hanno seguito il #fuggiafoggia, non poteva non tornare a manifestare.

Arcigay Foggia “Le Bigotte” e Agedo Foggia “Gabriele Scalfarotto” assieme ad Associazione Radicale Mariateresa Di Lascia, Amnesty Foggia, Libera Foggia, Link, Uds e Sism invitano tutti coloro che hanno a cuore questa fondamentale battaglia di civilità a scendere in strada.

L’appuntamento è per sabato 23 gennaio in Corso Vittorio Emanuele II (isola pedonale) dalle 17.00 alle 20.00.

Inoltre, alle 18.30, si terrà il flashmob: tutte le persone che parteciperanno dovranno portare con sé una sveglia. Va bene tutto: dall’orologio retrò all’i-phone. Si punteranno tutte allo stesso minuto e, in questo modo, si chiederà al legislatore di riconoscere le coppie dello stesso sesso, il loro amore e le loro famiglie.

Sono passati già trent’anni dalla prima proposta di legge, non si può più aspettare, il momento è ora #SVEGLIATITALIA #SVEGLIATIFOGGIA

Di seguito l’appello della mobilitazione nazionale:

L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non prevede nessun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso. Le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali non godono delle stesse opportunità degli altri cittadini italiani pur pagando le tasse come tutti. Una discriminazione insopportabile, priva di giustificazioni.

Il desiderio di ogni genitore è che i propri figli possano crescere in un Paese in cui tutti abbiano gli stessi diritti e gi stessi doveri.

Chiediamo al Governo e al Parlamento di guardare in faccia la realtà, di legiferare al più presto per fare in modo che non ci siano più discriminazioni e di approvare leggi che riconoscano la piena dignità e i pieni diritti alle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese.

La reciproca assistenza in caso di malattia, la possibilità di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di ereditare i beni del partner, la possibilità di subentrare nei contratti, la reversibilità della pensione, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare, il pieno riconoscimento dei diritti per i bambini figli di due mamme o di due papà, sono solo alcuni dei diritti attualmente negati.

Questioni semplici e pratiche che incidono sulla vita di milioni di persone.

Noi siamo sicuri di una cosa: le italiane e gli italiani vogliono l’uguaglianza di tutte le persone.

Evento fb di #SVEGLIATIFOGGIA:
https://www.facebook.com/events/795364457258825/

Cerca la piazza più vicina a te: http://www.arcigay.it/svegliatitalia/

Segui gli eventi di Arcigay Foggia “Le Bigotte” cliccando su “mi piace”: https://www.facebook.com/ArcigayFoggiaLeBigotte

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here