Roma. ”Lei è Adriana, dal 21 febbraio è trattenuta al CIE di Brindisi nel reparto maschile. Adriana da 8 giorni ha iniziato uno sciopero della fame per essere trasferita in un reparto femminile. Non sfugge, come una donna trans trattenuta fra centinaia di uomini sia in costante pericolo. Adriana è riuscita a contattare me e il MIT e ci chiede di aiutarla nella sua legittima richiesta di essere trasferita in un reparto femminile, al riparo da discriminazioni e violenze.

Per questo motivo chiedo che Adriana venga immediatamente trasferita in un reparto femminile, annunciando che se ciò non avverrà, lunedì inizierò anche io uno SCIOPERO DELLA FAME. Vi prego: condividete questa notizia, fatelo per Adriana!”.

Lo scrive su facebook spiega Cathy La Torre, legale del Mit e componente della segreteria di Sinistra italiana.

Redazione Stato Quotidiano.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here