Manfredonia. ”La scelta del Consiglio Comunale di Manfredonia favorevole all’indizione del Referendum contro l’installazione di un deposito di GPL da parte di Energas, è stata una scelta netta e fortemente significativa. Netta perchè insieme al Sindaco, che ha ribadito il suo incondizionato appoggio alle ragioni del No ad Energas, la maggioranza assoluta dei consiglieri ha deciso di dire no ad una idea di sviluppo del nostro territorio decisamente superata, ancora una volta sbagliata e fortemente pericolosa per la salute di tutti.

Significativa perchè, il Consiglio, ha ribadito nuovamente la propria opinione in modo deciso e senza infingimenti esponendosi alla contrapposizione, anche scomposta, di chi ci vuole dividere perchè ha ragioni ed interessi diversi, mentre il No ad Energas, attraverso il Referendum, è solo l’ultimo atto, non l’unico, di dissenso istituzionale, ma il più alto ed evidente della partecipazione popolare, democratica e pacifica. Questa scelta chiara e forte anche da parte di molti consiglieri che, con coraggio, hanno superato il limite della diversa appartenenza politica per votare a favore di un interesse comune, quello della difesa della salute dei cittadini, va rimarcata e ribadita rispetto a chi, pur legittimamente, ma a mio parere sbagliando, ha inteso mantenere intatta la propria posizione politica, all’interno del proprio recinto ideologico, incredibilmente anche quando le sue opinioni diventavano le idee di tutti.

Ora però è doveroso superare tutti gli ostacoli che ci separano e condividere l’impegno di “disegnare un futuro diverso”, come ci è stato ricordato in questi giorni, e con il Referendum voluto dal Consiglio Comunale ed ogni altra azione che si può intraprendere il comune No ad Energas saprà essere più forte di ogni divisione e sicuramente più utile alla Comunità che rappresentiamo”.

(A cura del Professore Antonio Prencipe, Presidente del Consiglio comunale di Manfredonia – 01.10.2016)

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO