Palermo è stata eletta Capitale italiana della Cultura 2018. Lo ha comunicato  oggi il  presidente della Commissione Stefano Baia Curioni al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini nella Sala Spadolini del Mibact.

Nessuna città pugliese tra le dieci finaliste che Palermo ha soppiantato – Alghero, Aquileia, Comacchio, Ercolano, Montebelluna, Palermo, Recanati, Settimo Torinese, Trento, Erice e i comuni ericini – aggiudicandosi un milione di euro dal Ministero per realizzare il progetto presentato, oltre all’esclusione dal vincolo del patto di stabilità dei fondi investiti.

Bisogna sottolineare come il riconoscimento premi la capacità di progetto – quello che le città hanno presentato al Ministero – non la loro bellezza o ricchezza storico-artistica: nel caso del capoluogo siculo, lodati, in particolare, aspetti quali la qualità informativa del dossier, la significatività del progetto e la sua sostenibilità.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here