Ospedale San Camillo di Manfredonia
Ospedale civile di Manfredonia "San Camillo De Lellis", esterno (ph: Antonio Troiano/statoquotidiano)

Foggia. ”Un grande bacino di utenza che va da Lucera ai comuni dell’Appennino non può rimanere senza un presidio ospedaliero. Dopo la chiusura degli Ospedali di Torremaggiore, San Marco in Lamis e Monte Sant’Angelo, i cittadini della Capitanata stanno per subire un ennesimo scippo da parte di una politica regionale che non conosce le realtà locali, soprattutto in riferimento alle aree interne.

Come potranno i residenti nei comuni dell’Appennino Dauno recarsi a Foggia o a San Severo per le cure sanitarie visto che la provincia, amministrata dal presidente Miglio, ha trascurato la manutenzione delle strade che sono ormai per la gran parte impercorribili? Emiliano vuole sacrificare la provincia di Foggia, chiudendo l’ospedale di Lucera e ridimensionando quello di Manfredonia, per far quadrare i conti in rosso di una pessima gestione della sanità regionale negli ultimi dieci anni, fatta di sprechi, assunzioni clientelari, appalti milionari per i servizi.

La decisione della giunta regionale costituirebbe una grave lesione del diritto alla salute dei cittadini di Capitanata che, tra l’altro, determinerebbe una migrazione verso le strutture sanitarie del Molise e della Campania e un’ulteriore affollamento agli “Ospedali Riuniti” di Foggia, già gravati dai pazienti provenienti da comuni in cui sono state soppresse le strutture sanitarie.

Il movimento politico NOI CON SALVINI ha deciso una mobilitazione su tutto il territorio provinciale e regionale contro l’ipotesi di chiusura dei nostri ospedali ventilata da Emiliano dopo anni di sprechi della sinistra nella sanità: OGNI OSPEDALE UNA BARRICATA. Siamo certi che il nostro Matteo Salvini risponderà ancora una volta al nostro grido d’aiuto e dimostrerà a breve il suo forte attaccamento alla nostra PUGLIA ed al SUD”.

(A cura di Primiano Calvo – coordinatore NOI CON SALVINI Foggia e Provincia)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here