Nel 2010 il New York Times lo ha definito il più bel giardino del mondo e il più romantico. Ora, poi, in primavera inoltrata, luci e colori tra rovine, ponticelli e specchi d’acqua sorgiva rendono un incanto il Giardino di Ninfa nel comune di Cisterna di Latina in Lazio. Visitabile tutte le domeniche di aprile e maggio, è un piccolo capolavoro naturalistico di otto ettari creato sui ruderi della città medievale di Ninfa e in cui sono disseminate oltre 1300 piante tra aceri giapponesi, rose, magnolie e iris palustri.

Ninfa
PH: ©Città Meridiane

Una visita al giardino coinvolge non solo la vista ma anche gli altri sensi a cominciare dall’olfatto e dall’udito. Passeggiando tra sentieri e luoghi nascosti ci si inebria con il profumo dei fiori di questo giardino dichiarato nel 2000 Monumento naturale della Regione Lazio e frutto del lavoro di tre donne legate alla famiglia Caetani, che ne è proprietaria da oltre 90 anni. Ada Wilbrahaim, Marguerite Chapin e sua figlia Leila hanno curato questo spazio attraversato da un fiume che ospita agrifogli, cipressi, cedri, platani, ciliegi ornamentali e ora, nel mese di maggio, le 200 diverse qualità di rose. Il fiume è bordato da calle e magnolie ma l’attenzione è subito catturata dalle enormi foglie della gunnera, pianta di origine sudamericana che qui si è perfettamente adattata grazie al terreno umido: sembrano enormi mani protese sulla trasparentissima acqua dei laghetti formati dalla fredda acqua sorgiva del fiume Ninfa che dà il nome al giardino ora di proprietà della Fondazione “Roffredo Caetani”.

A coinvolgere l’udito è il cinguettio delle 152 specie ornitologiche censite tra cui rapaci come

Ninfa
PH: ©Città Meridiane

il falco pellegrino, trampolieri come l’airone e i passeri: attorno al giardino infatti è stata istituita dal 1976 un’oasi di protezione faunistica visitabile con l’assistenza della Fondazione, del WWF e della LIPU.

Entrare in questo incanto verde, romantico e molto inglese, scenografico e ricco di storia, è come andare alla scoperta di un piccolo mondo magico. Per preservarne il delicato equilibrio ambientale è aperto al pubblico solo alcuni giorni all’anno: consultare il sito www.fondazionecaetani.org.

Guarda la Gallery

Giardino di Ninfa

Strada Provinciale Ninfina 68 – Cisterna di Latina

– l’ingresso è regolato esclusivamente da visite guidate, senza prenotazione, con partenza ogni dieci minuti al costo di 12 euro

– la visita guidata dura un’ora circa

– i cani sono ammessi purché non superino i 5 kg di peso, al guinzaglio corto e portando con sé gli appositi sacchettini.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO