Foggia. Poche ore dopo il saluto del Rettore a tutti gli atleti del Cus Foggia che prenderanno parte ai Campionati nazionali universitari, in programma a Modena e Reggio Emilia fino al 19 giugno p.v., a cui ha naturalmente preso parte anche lei, è arrivata un’altra grande affermazione individuale per la schermitrice foggiana Martina Criscio (iscritta al CdL in Scienze delle attività motorie e sportive all’Università di Foggia e ammessa al programma della Doppia Carriera di Studente/Atleta).

Venerdì 10 giugno u.s. Martina si è laureata Campionessa italiana di sciabola agli Assoluti di Roma, l’atleta del Gruppo Sportivo Esercito (che ha scelto il Club Scherma San Severo come società di allenamento) ha battuto nei sedicesimi di finale Lucia Lucarini (Drago Scherma) per 15-13, Eloisa Passaro delle Fiamme Oro per 15-9 negli ottavi, poi ha ottenuto un nettissimo 15-4 nei quarti contro la numero uno del seeding Camilla Fondi dell’Aeronautica Militare, una vittoria per 15-13 in semifinale contro Loreta Gulotta delle Fiamme Gialle ed infine il trionfo per 15-10 con la compagna di squadra Chiara Mormile.

Per Martina Criscio, che era già in odore di convocazione per le prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro, adesso la possibilità che la chiamata in azzurro diventi realtà si fa sempre più concreta: nei prossimi giorni se ne avrà la certezza, ma il suo nome – appunto in attesa delle convocazioni ufficiali per Rio 2016 – figura già tra quello delle “riserve a terra”: ovvero tra gli atleti che, in caso di infortunio o cambio di scelte tecniche a competizione anche avviata, possono essere chiamati a comporre la squadra ufficiale dell’Italia di Sciabola Femminile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here