Manfredonia. UN periodo di Pasqua e Pasquetta interessante per la città di Manfredonia. Un boom di turisti sembra essere riversato sul suolo sipontino a caccia di divertimento, cultura, buon cibo: il clima favorevole e il sole anche a Pasquetta, bene raro e prezioso negli ultimi anni infestati di antipatica pioggerella, li avrebbero aiutati a sentirsi a loro agio. E’ quanto emerge da raccolta dati.

Se Gargano e Salento registrano altissime presenze anche a livello nazionale, che ne è della città di Manfredonia nello specifico? Un ottimo successo ha riscosso, dopo aver penato per tutto l’inverno, il porto turistico, registrando una cospicua presenza di italiani, seppure in maggioranza dalla Capitanata, e tra il 5 e il 10% di turisti stranieri in bar e ristoranti. Le altre zone di Siponto sono rimaste meno affollate, in confronto, ma hanno comunque beneficiato ampiamente del flusso, specie nel pomeriggio del lunedi.

“Il Centro storico è stato interessato, ma meno di quanto avremmo voluto” sostiene la proprietaria di un piccolo locale centrale, mentre il nuovo gestore di un bar su Viale Aldo Moro si esprime positivamente “grazie al grande quantitativo di persone al porto turistico, parecchi si sono spostati anche quaggiù”. A sorpresa, il primo vero lancio turistico degli Ipogei di Santa Maria Regina e dei siti Scoppa I e II: “Abbiamo accompagnato circa 300 visitatori nei tre giorni tra il sabato e il lunedi di Pasquetta” racconta Aldo Caroleo, Archeoclub di Siponto “Tantissimi pullman di italiani, dall’Abruzzo e dalle Marche, assieme a qualche turista inglese, rispetto ai 100-150 degli anni passati, hanno lasciato solo commenti positivi, grazie alla possibilità di ‘leggere’ i resti archeologici e visitare guidati Ipogei e tombe a cielo aperto” Buon flusso di presenza anche per gli Ipogei Capparelli, ancora in attesa di essere messi in rete, secondo le intenzioni iniziali, con l’apertura del fossato del castello di Manfredonia, atteso con passione da molti “ma attendiamo di vedere cosa faranno le promesse dell’Ase e gli effetti della raccolta differenziata sul fossato”.

In generale, B&B in positivo, com’era da aspettarsi, anche se alcuni lamentano un turismo di passaggio, di provenienza dal barese e dalla Capitanata, e quindi poco produttivo. Un problema chiaramente meno sentito da ristoranti e bar. E per la Basilica di Santa Maria di Siponto, piccoli pettegolezzi crescono a favore e a sfavore dell’ultimo intervento operato nell’area sacra. Voci entusiaste si pronunciano lodandone la bellezza, base del potere attrattivo di un monumento, colonna portante per rinnovare la cultura visuale e ‘farsi conoscere’, pilastro del richiamo turistico. Voci più caute dal mondo del commercio invitano alla prudenza: non è visto positivamente il futuro degrado a cui va incontro l’opera di Tresoldi, con relativa manutenzione da effettuarsi ma senza che il turista debba pagare praticamente niente per sostare nell’area, oltre al timore dei commenti che francesi e inglesi, definiti “i turisti veri” potrebbero fare dinanzi all’invasività della colata di cemento sulle strutture archeologiche.

Un primo anno positivo a seguito di investimenti e di un comune sentire attento alla promozione turistica e paesaggistica è quanto eredita la città, registrando presenze e manifestazioni di interesse. Quanto sia capace di condurre una gestione oculata delle opportunità presenti e uno studio attento delle problematiche turistiche rimane da vedere negli anni a venire.

Il resto, è storia.

(A cura di Antonella Attanasio – antonellattanasio84@gmail.com)

CONDIVIDI
Articolo precedenteDecluttering: il magico potere del riordino
Articolo successivoEsenzioni ticket per reddito: dal 1° Aprile
Architetto, sbarcata a Manfredonia due anni fa, ho studiato a Roma e Praga e lavorato e vissuto a Parigi per qualche anno. Dopo un corso di formazione in una casa editrice di Bari, al momento mi occupo di giornalismo: curo in particolare la sezione culturale di Stato Donna, ma collaboro anche con altre testate, tra cui Stato Quotidiano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here