Foggia. Il liceo classico Lanza di Foggia ottiene la decima partecipazione di alunno o ex alunno al Premio Letterario Campiello Giovani 2017. E’ Benedetta Mancusi la ex alunna e semifinalista in gara quest’anno alla XXII Edizione del Campiello Giovani. La serie positiva iniziata nel 2000 di ben dieci giovani scrittori foggiani segnalati, ossia arrivati in semifinale, provenienti dalla medesima scuola è fatto più unico che raro. Frutto di ottimi semi letterari coltivati in altrettanto ottimale humus culturale.

La professoressa Mariolina Cicerale è al decimo cielo: “Ho sempre pensato al Liceo classico Lanza come un luogo in cui ci si attrezzi per la vita , una sorta di trampolino di lancio per ragazze e ragazzi capaci , che poi, usciti dalla scuola, spiccano il volo da soli , per inseguire la propria stella danzante.”

Benedetta Mancusi è entrata in semifinale quest’anno con il racconto Il giorno prima di Domenica: è un racconto forte e densamente emotivo, in cui s’intrecciano temi molto contemporanei come lo sfruttamento del lavoro, le morti bianche, l’attaccamento compulsivo al gioco, la difficoltà dell’amore nella brutalità del quotidiano: la storia di Marco e Elena è molto intensa e va oltre ogni limite. Stilisticamente l’autrice alterna toni ruvidi e sentimentali, in un’atmosfera a tratti surreale. La cerimonia che selezionerà i cinque finalisti che approderanno alla finale di Venezia, si terrà il 28 aprile, h.10.00, nel corso di un evento pubblico presso il Teatro Nuovo di Verona.

L’autrice. Benedetta Mancusi Attualmente frequenta il secondo anno di Università Studio Film and American studies presso la University of East Anglia (Norwich) e sembra che quest’estate farà un’esperienza lavoro alla Penguin Random House a Londra. “Il sogno di Benedetta è di lavorare nel campo dell’editoria in futuro e scrivere sceneggiature” rivela la professoressa Cicerale, che ne traccia anche una breve bio: “Conosco da vari anni Benedetta e ne ho sempre apprezzato la scrittura, da quando studentessa ginnasiale, l’avevo notata tra i partecipanti al Premio Baol. Nel 2012 le suggerii di partecipare alla X Edizione del Premio ‘MARASCA’: vinse il I Premio della Sezione Racconti con ‘I pensieri non hanno titolo’. Il Campiello Giovani era nei suoi orizzonti, per cui sono davvero felice di dare la notizia di questo prestigioso traguardo.” Un entusiasmo contagioso che sfata lo stereotipo della prof d’italiano.

Il Liceo classico Lanza ospiterà pubblicamente Benedetta Mancusi giovedì 6 aprile alle 11.00 durante l’evento Ritorno extravagante con lo scrittore Luca Bianchini, invitato a presentare il suo nuovo romanzo ‘Nessuno come noi’. Incontro aperto alla cittadinanza.

Ecco l’elenco completo dei giovani scrittori, con la speranza che la decima partecipazione sia ancor più memorabile:
2000 Ilaria Scarpiello (finalista),
2001 Valeria Di Napoli(finalista),
2009 Rocco Cautillo (finalista),
2011 Ludovica Cela (semifinalista),
2012 Ludovica Cela (semifinalista),
2013 Daniela D’Amito (semifinalista),
2014 Paolo Sgarro ( semifinalista) ,
2015 Sofia Pia Annarelli e Pia Caputo (semifinaliste),
2016 Valentina Cela (semifinalista)

Mariolina Cicerale
Mariolina Cicerale

(A cura di Luigi Starace, Foggia 31.03.2017)

I complimenti del sindaco Franco Landella ”È un momento di fermento culturale importante per la nostra città e questo considerevole traguardo non giunge a caso e, anzi, arricchisce una città che sta producendo, anche con il concorso dell’Amministrazione che rappresento, un particolare sforzo e lusinghieri risultati proprio sotto questo profilo. Sono anche felice che un’altra foggiana, Benedetta Mancusi –già studentessa del Liceo “Lanza” e attualmente iscritta all’Università in Inghilterra- abbia raggiunto la semifinale del Premio Campiello Giovani 2017 col suo racconto “Il giorno prima di domenica” e ancora che un’altra foggiana, Mara Mundi, che apprezziamo come giornalista, blogger e scrittrice, rappresenti la nostra città al Premio Strega Ragazze e Ragazzi, stavolta però nel Comitato Scientifico. Anche a loro vanno le più sentite congratulazioni.

Nell’attesa di poterli incontrare, formulo a loro le felicitazioni a nome anche di Foggia e dei Foggiani, lasciando aperto il cuore alla speranza che con Davide Grittani e Benedetta Mancusi potremo commentare un esito ancora più entusiasmante e, comunque, meritato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here