Sempre più persone, soprattutto tra i giovani, volgono lo sguardo all’Europa per concretizzare le proprie speranze e dare seguito agli studi effettuati. Compensare qualche mancanza del proprio paese di origine e in generale aprirsi ad una cultura di ampio spettro sono i motori di una ricerca sempre più frequente di alternative valide e supportate da una formazione solida e spendibile nel mercato del lavoro.

I Fondi europei sono quindi uno strumento fondamentale di finanziamento per progetti e azioni innovative di sviluppo in tutti i settori, rivolte ad Associazioni, Enti pubblici, PMI, Organismi privati e dal 2014 anche i Professionisti.

L’europrogettazione, nello specifico, sembra attualmente far sperare in opportunità di lavoro e di carriera: si susseguono continuamente nuovi bandi con notevoli dotazioni finanziarie.

Un Master in Europrogettazione (2014-2020) è stato, a tal proposito, lanciato attraverso una specifica formula intensiva: 5 giorni in aula e un Workshop finale per mettere in pratica quanto appreso.

1A cosa potrebbe servire il Master?

Il titolo riconosciuto da questo Master garantisce l’iscrizione diretta al Registro Europeo degli Europrogettisti (EUPF Register of Euro-Projects Designers and Managers – Europe Project Forum Foundation – www.euprojectforum.eu), un club esclusivo, con sede ad Amsterdam, ufficialmente registrato nel Registro Trasparenza dell’Unione Europea.

Secondo quanto riporta il sito Eurogiovani.it, saranno presenti come docenti “i migliori professionisti del settore, con una ricca esperienza pluriennale di progettazione, project-management, consulenza ed assistenza tecnica sul campo ed un avanzatissimo know-how anche nella formazione”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO