In India è in corso in questi giorni una battaglia, legale ma prima di tutto ideologica e sociale, combattuta dalle donne per le donne: tra loro Noorjehan Niaz, co-fondatrice della Bharatiya Muslim Mahila Andolan (Movimento delle Musulmane Indiane). La posta in gioco è modificare il divieto vigente che vieta alle musulmane e alle indù di entrare nei rispettivi luoghi di culto nel periodo del ciclo mestruale, ritenuto impuro o comunque qualcosa di cui vergognarsi. Tale divieto, secondo il parere delle attiviste, va contro l’uguaglianza dei diritti sancita dalla costituzione indiana. Per sensibilizzare l’opinione pubblica, alcune di loro hanno dato origine alla campagna “Happy to Bleed”, “Felice di avere il ciclo”. Dopo anni di battaglie legali, il 18 gennaio l’Alta Corte di Mumbai sarà chiamata, infine, a decidere se sia incostituzionale o meno bandire da templi e moschee le donne durante il ciclo mestruale.

India: in lotta per entrare in templi e moschee nei giorni del ciclo
Campagna “Happy to Bleed” PH: http://images.techtimes.com/

Tra i casi più emblematici di divieto, citati nell’articolo del giornale inglese The Guardian, che riporta la notizia, quello del tempio di Sabarimala, nella regione del Kerala, il cui presidente, per assicurarsi che nessuna donna vi entrasse durante i giorni del ciclo, ne ha vietato l’ingresso a tutte quelle di età compresa tra i 10 e i 50 anni. Ha, inoltre, rilasciato dichiarazioni che hanno suscitato proteste: ha infatti assicurato che l’ingresso sarà consentito a tutte le donne una volta che sarà stato brevettato e istallato un dispositivo che rilevi se in quel momento abbiano le mestruazioni oppure no.

Il legale del Movimento, nella stessa intervista, non si dice ottimista. Ritiene, infatti, che l’Alta Corte sarà riluttante a intervenire in questioni che riguardano la religione. In definitiva, secondo l’avvocato, nessuno avrà giuridicamente il coraggio di prendere posizione a favore delle donne.

 

Fonte: The Guardian

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here