Anello vaginale contro l'HIV
Foto: http://news.emergeilfuturo.it/

Due studi presentati a Boston al Croi-Conference on retrovirus and opportunistic infections sostengono l’efficacia di un nuovo metodo per combattere il diffondersi dell’HIV per via sessuale: un anello in silicone che contiene dapivirina, medicinale che blocca il virus impedendone la moltiplicazione nelle cellule umane.

La sperimentazione, già avviata, sta mettendo in luce buoni risultati nell’Africa subsahariana, dove l’infezione è molto diffusa. Anche se per adesso l’anello non protegge le donne al 100% dal rischio di infezione (è stata registrata una riduzione di infezioni fra il 27 e il 31%, numeri ritenuti comunque significativi), non si esclude che in futuro la percentuale possa divenire più elevata.

Una delle maggiori potenzialità del prodotto, per quanto riguarda la lotta alla diffusione del virus nell’Africa subsahariana, consiste nel costo non elevato e nel non essere percepibile dall’esterno: uno strumento che la donna stessa può scegliere autonomamente per proteggersi dall’infezione, di fronte all’eventuale, diffuso, rifiuto, da parte del partner, di utilizzare il preservativo.

Fonti:

Blastingnews

La Repubblica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here