Roma. ADDIO Laura Biagiotti. La stilista italiana è deceduta stamani dopo essere stata ricoverata, da mercoledì sera, all’ospedale Sant’Andrea di Roma. Ad agosto avrebbe compiuto 74 anni.

“Firma, ancora giovanissima, la sua collezione di prêt-à-porter per Schuberth nel 1966. Collabora successivamente con altri famosi creatori di moda come Roberto Capucci e Rocco Barocco. Nel 1972, dopo aver fondato l’omonima casa di moda, presenta, a Firenze, la sua prima collezione personale e si impone all’attenzione della stampa e dei compratori di moda per il suo stile straordinariamente femminile. La sua fama è legata soprattutto alla sua donna “bambola”, alla linea ampia delle sue creazioni, quasi danzanti attorno al corpo. Dal 1980 viveva al Castello di Marco Simone di Guidonia vicino a Roma, un monumento nazionale dell’XI secolo da lei fatto restaurare insieme al marito Gianni Cigna, deceduto nell’agosto del 1996″. (wikipedia)

Riconoscimenti

Nel 1992, a New York, riceve il premio “Donna dell’anno”.
Nel 1993 le viene assegnato, a Pechino, il trofeo “Marco Polo”.
Nel 2002, per i suoi 30 anni di carriera, le Poste italiane emettono un francobollo dedicato alla stilista del valore di 0,41 euro.
Nell’aprile del 2004 viene eletta consigliere della Camera nazionale della moda italiana.
Nel 2007, a Venezia, le viene assegnato uno speciale Leone d’oro per la moda, in occasione del Festival del cinema.
Nel 2011 le è stato attribuito alla Camera dei Deputati il Premio America della Fondazione Italia USA.

Sfilate storiche

25 aprile 1988: a Pechino 30 modelle cinesi indossano le più significative creazioni di Laura Biagiotti (prima stilista italiana ad aver sfilato in Cina).
5 febbraio 1995: Laura Biagiotti è la prima stilista italiana a sfilare a Mosca, al Cremlino, nella vecchia sede del PCUS.
1997: invitata da Susanne Mubarak, moglie del Presidente egiziano, la stilista italiana sfila al Cairo, a favore di un’iniziativa della Croce rossa locale. (wikipedia)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here