Foggia. “La natura esposta” nasce da una suggestione che Erri De Luca ricava da un racconto ascoltato durante una cena con amici, come lo stesso scrittore racconta nella premessa.

LA NATURA ESPOSTA. Un uomo di molti mestieri è incaricato di un delicato restauro. La statua del crocifisso contiene segreti che si rivelano solo al tatto. Bisogna risalire a diverse nudità per eseguire. C’entra una città di mare e un villaggio di confine, un amore d’azzardo e una volontà di imitazione.

ANALISI. Il protagonista di questa storia è un uomo incaricato di riportare la statua di un crocifisso al suo aspetto originario, cioè a come era stata immaginata e realizzata da un grande e sfortunato artista. La particolarità sta nel fatto che il Cristo è nudo, e il lavoro consiste proprio nel ripristinare quella “natura esposta” particolarmente significativa nelle intenzioni dello scultore. Il restauratore si definisce “una persona concreta, conosco le storie delle persone e piango nei posti sbagliati”, pensa che l’arte “supera l’esperienza personale, fa raggiungere al corpo, ai nervi, al sangue, traguardi sconosciuti”, è un solitario: “Parlo a bassa voce per non esibire la fortuna che mi protegge. Un filosofo antico raccomandava di vivere di nascosto”, dice ancora: “Chi muore non sente morire se stesso: sente morire il mondo, le persone intorno, i giorni, le notti, i pianeti, i mari. Chi muore sente estinguersi l’universo fuori di sé. È la misericordia in dote a ogni morte, che scioglie la disperazione dentro l’immensità di tutte le estinzioni”. Tra riflessioni sull’arte e sulla fede si arriva a un finale sorprendentemente thriller. La scrittura di Erri De Luca è densa, fisica, poetica, luminosa.

L’AUTORE. Erri De Luca è nato a Napoli nel 1950. Tra gli ultimi libri pubblicati ricordiamo: Il giorno prima della felicità (2009), E disse (2011), I pesci non chiudono gli occhi (2011), Il torto del soldato (2012), La doppia vita dei numeri (2012), Ti sembra il Caso? (con Paolo Sassoni-Corsi; 2013), Storia di Irene (2013), La musica provata (2014), La parola contraria (2015), Il più e il meno (2015), Sulla traccia di Nives (2015), La faccia delle nuvole (2016).

Il giudizio di Carmine
Erri De Luca
LA NATURA ESPOSTA
2016, Feltrinelli
Valutazione: 4/5

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here